Senza categoria
Commenta

Bando Giovani Smart, presentati
i sei progetti cremonesi

Presentati questa mattina i sei progetti finanziati da Regione Lombardia nell’ambito del programma “Giovani Smart (SportMusicaARTe)” per Cremona. Il bando sostiene la realizzazione di progetti mirati ad azioni di contrasto ai fenomeni del disagio giovanile attraverso la promozione e il supporto di percorsi di crescita, partecipazione e inclusione sociale, nonché opportunità di sostegno psico-fisico ai giovani, mediante l’organizzazione di laboratori artistici e musicali e l’accesso, gratuito e libero, alle attività sportive sul territorio.

“Nel nostro contesto cittadino sono presenti 16 quartieri di cui 14 con un comitato” ha dichiarato Luca Zanacchi, assessore allo Sport, Quartieri, e Percorsi di Cittadinanza. “Nei percorsi degli ultimi rinnovi purtroppo solo 12 sono rimasti attivi, confermando una fascia d’età adulta e anziana, ma soprattutto rispetto al genere una maggiore presenza maschile. Abbiamo pertanto immaginato un percorso da costruire insieme ai i giovani, riconoscendo le difficoltà degli adulti, la necessità di individuare i temi che interessano i giovani o sono interessanti per i giovani e che spesso mancano nelle agende politiche. Quindi questo percorso promosso da Regione Lombardia è per i territori un’occasione importante”.

“L’Informagiovani del Comune di Cremona rispondendo alle linee di indirizzo presenti anche nel recente Piano di Zona, conferma il proprio ruolo di promotore e facilitatore di connessioni e lavoro in rete attraverso lo sviluppo di progetti che vedono strette sinergie fra i soggetti del pubblico e del privato che a vario titolo si occupano di giovani” ha aggiunto Maura Ruggeri, Assessore all’Istruzione. “Ne scaturisce, in questo caso, una importante ed innovativa formula di collaborazione che vede i partner dei 6 progetti in dialogo fra loro. Pertanto ognuno di loro lavorerà mettendo in risalto le proprie specificità, ma in stretta correlazione e attraverso un virtuoso scambio di buone pratiche. L’obiettivo è stato quindi quello di strutturare una proposta territoriale in grado di valorizzare reciproche competenze, garantendo una pluralità di interventi ed una unità di intenti”.

A seguire i rappresentanti delle realtà capofila – introdotti da Maria Carmen Russo, responsabile del Servizio Informagiovani – hanno illustrato in sintesi i sei progetti, presenti i vari partner ed esponenti dei Comitati i Quartiere, a riprova della grande rete di enti e associazioni che si sono mobilitate per proporre iniziative e laboratori in grado di coinvolgere i giovani del territorio.

I PROGETTI

– CRevolution: Partecipare ad arte, con capofila il Comune di Cremona, è l’esito operativo e concreto in un tavolo di lavoro promosso da Informagiovani ed è parte integrante di una proposta territoriale articolata in 6 progettualità trasversali e intercorrelate che intendono valorizzare competenze e specificità di ogni partner rispetto al tema giovani.

CRevolution, attraverso l’incontro con 40 giovani donne e uomini provenienti da 4/5 quartieri cittadini, ha come obiettivo la costruzione condivisa di un percorso di cittadinanza attiva. Nel progetto si realizzeranno incontri con diverse realtà territoriali: Centro Quartieri e Beni Comuni, Informagiovani, CSV Lombardia Sud, Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, Associazione DrumBum, Cooperativa Sociale Cosper e Cooperativa Sociale Il Cerchio, per acquisire conoscenze e competenze sul contesto cittadino, sull’associazionismo, sugli strumenti di partecipazione con particolare riguardo ai Beni Comuni, arrivando quindi ad attivare dei focus intergenerazionali, nonché laboratori ludico creativi (ad es. fumetto e giocoleria), interventi/eventi orientati a rendere i luoghi di vita dei giovani maggiormente identitari, costruendo un sistema di relazioni: giovani e associazioni per alimentare e favorire la cittadinanza e la cura del proprio quartiere quale bene comune.

– Free it is my time, it is my city ha come ente capofila l’Associazione Anffas Cremona e mira a tutelare la fragilità, intesa come condizione di rischio elevato e di outcomes sfavorevoli che determinano un significativo peggioramento della qualità della vita. Questo progetto vede tra i partner l’Associazione Arzen, Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, Circolo Arcipelago, Comune di Cremona (Servizi Informagiovani e Centro Quartieri e Beni Comuni), la Cooperativa Sociale Il Cerchio, Il Cerchio Sport, la Cooperativa sociale LAE e la Cooperativa Sociale Ventaglio Blu. È obiettivo del progetto consentire ai ragazzi e giovani un’adeguata inclusione nel gruppo dei pari, attraverso una serie di attività laboratoriali e di iniziative artistico-culturali-sportive co-costruite insieme ai beneficiari del progetto, dove il ruolo del volontariato sarà capitale. Il percorso si chiuderà con un evento aperto alla cittadinanza al quale parteciperanno tutti i partner progettuali.

– Movimenti al femminile, con capofila la Cooperativa Cosper, nasce dal desiderio di creare degli spazi con e per le donne, giovani donne (18-34 anni) con o senza figli, che possano ritrovarsi e conoscersi all’interno di gruppi di coetanee per fare assieme un percorso, per l’appunto in movimento, di crescita personale e relazionale, in uscita da casa, verso relazioni e nuove opportunità, verso i servizi del territorio e una maggior conoscenza e consapevolezza di sé e delle proprie risorse, oltreché dei propri desideri. Il percorso prevede, fruibili anche singolarmente, gruppi di parola, percorsi di arteterapia, danza di comunità, laboratori di fumetto e la possibilità di formarsi sulle realtà territoriali esistenti e sui percorsi di partecipazione attiva già in essere sul territorio. Partner del progetto sono: Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, Comune di Cremona, Consultorio UCIPEM, Cooperativa Sociale Il Cerchio, Il Laboratorio APS asd.

– Oratori SMART con capofila la Federazione Oratori Cremonesi propone di qualificare ulteriormente l’offerta formativa degli oratori della città di Cremona per offrire una risposta concreta alla situazione di disagio che ha colpito soprattutto gli adolescenti in seguito alla pandemia da Covid-19. Le attività saranno realizzate in partnership con Comune di Cremona, Compagnia dei Piccoli e Il Laboratorio APS ASD. Il progetto prevede la realizzazione degli obiettivi prefissati attraverso tre differenti azioni:
1) inserire o sostenere, laddove sia già presente, la figura di un pedagogista/educatore professionale presente nella ferialità oratoriana per accogliere e accompagnare i ragazzi frequentanti al fine di facilitare la qualità delle relazioni informali;
2) realizzare laboratori espressivi utilizzando i linguaggi delle arti (musica, teatro e danza) con la partecipazione attiva e gratuita di adolescenti e giovani;
3) il coinvolgimento di diversi gruppi di ragazzi in un progetto comunitario ampio e articolato che termina con l’allestimento di uno spettacolo.

– DO IT: Enjoy your life skills con capofila la Cooperativa Il Cerchio intende promuovere, per i giovani dai 15 ai 18 anni, la possibilità di fare esperienze a livello fisico, cognitivo, culturale e socio-relazionale. Le attività, teoriche e pratiche, verranno organizzate in vari punti della città, dando vita a una serie di traiettorie esperienziali che avranno l’obiettivo di sviluppare competenze e fare rete. Con la collaborazione di Arzen Skateboarding, Informagiovani del Comune di Cremona, Centro Fumetto “Andrea Pazienza”, Associazione Anffas Cremona, Cooperativa Sociale Ventaglio Blu e Kairos, tali traiettorie prenderanno vita, permettendo ai partecipanti di acquisire hard e soft skills appartenenti a settori specifici. Grazie alle relazioni intessute durante il percorso sarà co-costruito, co-progettato e realizzato un evento finale all’interno dei quattro quartieri centrali del progetto “CRevolution” del Comune di Cremona: sarà l’occasione per i giovani partecipanti di riavvicinarsi al proprio territorio mostrandosi alla comunità come una risorsa di valore, protagonisti di una cittadinanza attiva e sentita.

Giovani SMART: sportivi e cittadini attivi, con capofila Sansebasket Associazione Dilettantistica e partner il Comune di Cremona e l’Impresa Sociale Cosper s.c.s., prevede il coinvolgimento attivo di giovani del territorio cremonese, attraverso l’utilizzo del mezzo sportivo. L’occasione della ripresa a pieno regime dell’attività sportiva organizzata dopo il periodo pandemico viene colta dai partner per creare opportunità di inclusione, di integrazione e di crescita umana delle giovani generazioni. Il progetto prevede l’attivazione di numerose azioni tra esse complementari: azione “Lo sport prima dello sport!” (Sansebasket e Cosper) che consente l’accesso gratuito all’attività sportiva a ragazze e ragazzi in condizioni di disagio sociale e/o economico ed a rischio di emarginazione sociale, azione “Lo sport che non fa differenze” (Sansebasket e Cosper) che intende facilitare la partecipazione all’attività sportiva strutturata con inserimento di giovani con fragilità in gruppi precostituiti di coetanei a formare una vera squadra agonistica di pallacanestro, azione “SanseNext” (Sansebasket e Ufficio Sport del Comune di Cremona) volta ad alimentare l’acquisizione di competenze trasversali (soft skills) attraverso attività ben precise quali la gestione della comunicazione sportiva tramite l’accompagnamento di un tutor esperto (interventi sui media tradizionali, gestione dei social media, news per l’app #SportACremona) ed attraverso proposte formative che avviino i percorsi di crescita sportiva dei giovani negli ambiti tecnici della società sportiva (per ottenere le certificazioni di allenatore minibasket, di allenatore basket e di allenatore baskin) o organizzativo-dirigenziali (accompagnatori di squadre di basket e di baskin, organizzatori di eventi sociali). Quest’ultima attività è presidiata e monitorata da uno psicologo dello sport.

 

© Riproduzione riservata
Commenti