Pergolettese
Commenta

Pergo, Villa: "Triestina?
Sarà una guerra"

Ultime due gare di campionato,per i gialloblù, prima delle feste Natalizie. Due partite lontano dal Voltini, per provare a invertire quel brutto trend che l’ha vista
conquistare solo 3 dei 22 punti attuali in trasferta, frutto di tre pareggi, per rilanciarsi dopo le due sconfitte consecutive e  non farsi coinvolgere nella zona calda. Due gare delicate contro le due squadre che, attualmente, chiudono la graduatoria Triestina e Piacenza, entrambe con 12 punti.

Ne è consapevole anche mister Villa nelle dichiarazioni della vigilia del match contro i giuliani (sabato 17 dicembre, ore 14.30): “Certamente, ma io sto pensando solo alla Triestina, non a quella col Piacenza che sarà la prima giornata di ritorno: dobbiamo concentrarci sulla Triestina, che è quello che abbiamo fatto per tutta la settimana. Dobbiamo essere pronti ad andare affrontare una battaglia, una guerra.”

Si va ad affrontare al Nereo Rocco la Triestina che, solo tre stagioni orsono ha sfiorato la serie B perdendo la finale playoff col Pisa, ma che sta disputando un girone d’andata non all’atezza dellle aspettative iniziali. Tuttavia a disposizione ha un organico che comunque rimane di tutto rispetto: “Andiamo ad affrontare una squadra che ha nel suo organico giocatori veramente importanti. Sappiamo quello che ci aspetta: come ho detto sarà una grossa battaglia ma siamo pronti, ci siamo preparati bene.”

Entrambe le squadre arrivano a questo incontro con qualche defezione. Se nella Triestina saranno assenti gli squalificati Sabbione e Lollo, per la Pergolettese
rimangono sempre indisponibili Abiuso, Andreoli, Tonoli, Volpe e il giovane Ruani. Assenze che non danno molte possibilità a mister Villa di poter effettuare delle variazioni rispetto agli undici scesi in campo ultimamente: “In questo momento non ci sono dolori, non c’è fatica, chi andrà in campo sono certo che darà il 1000 per 1000, come ha sempre fatto e deve continuare a farlo prima della sosta. In questi ultimi 15 giorni bisogna spingere sull’acceleratore. Dopo ci saranno le vacanze di Natale e ci sarà tempo poi per rifiatare, adesso bisogna solo andare più forte di prima.”

Sull’andamento in trasferta il tecnico gialloblù chiarisce: “E’ un trend che bisogna migliorare. Un aspetto psicologico dove ho già detto che molte volte avremmo meritato di più, un po’ per demerito nostro, un po’ per sfortuna. Siamo in credito molto con la sorte, molto in credito. Speriamo che ci venga ridato tutto perché molti episodi sono andati a nostro sfavore. Molte volte abbiamo avuto dei ragazzi assenti nel momento loro migliore e quindi adesso che siamo in un momento di difficoltà cerchiamo di stringere i denti, di comportarci e di unirci ancora più di prima.”

© Riproduzione riservata
Commenti