Cremonese
Commenta

Festa di Natale della Cremo:
"Insieme per sognare ancora"

A Villa Calciati di Persico Dosimo l'appuntamento con la società, i giocatori e gli sponsor. Mister Alvini e il ds Giacchetta: "Dopo Natale inizia un nuovo campionato, restiamo ottimisti perché ce la possiamo fare"

“Restiamo ottimisti, ce la possiamo fare, dopo Natale inizia un nuovo campionato e vogliamo raggiungere l’obiettivo, continuando a regalare a Cremona il sogno serie A”. Lo ha detto mister Massimiliano Alvini, allenatore della Cremonese, ieri sera nel corso della festa di Natale della società, organizzata a Villa Calciati di Persico Dosimo con la partecipazione dei giocatori e degli sponsor. Oltre duecento invitati per una serata speciale, particolarmente apprezzata dai partecipanti.

“Dopo due anni difficilissimi – ha affermato in apertura il presidente Paolo Rossi – è davvero bello ritrovarsi tutti insieme, specialmente al termine di un 2022 che ci ha visto protagonisti sul campo con la conquista della massima serie. Siamo inoltre soddisfatti – ha proseguito – per i riconoscimenti ottenuti sotto il profilo della correttezza e dell’etica, dentro e fuori dal campo, con i conti in ordine e con tutti gli adempimenti eseguiti nei tempi stabiliti”.

Alvini è stato intervistato insieme al direttore sportivo Simone Giacchetta dalla giornalista di Sky Sport Marina Presello. Il mister e il d.s. hanno raccontato la storia del loro rapporto professionale, hanno ricordato il momento in cui Alvini è stato contattato proprio da Giacchetta per un primo colloquio con la dirigenza della Cremonese ed hanno rivolto un invito a tutti gli sponsor e sostenitori presenti ieri sera: “Restate vicini alla squadra ed insieme guardiamo con fiducia ai prossimi mesi: ce la metteremo tutta per conquistare la salvezza”.

Prima del brindisi finale, anche da parte della società sono arrivati i ringraziamenti a tutti gli sponsor per la costante vicinanza, particolarmente importante in un anno in cui l’U.S. Cremonese ha dovuto sostenere onerosi investimenti e ha dovuto adeguarsi ai parametri richiesti dalla serie A, a partire naturalmente dalla ristrutturazione dello stadio Zini, realizzata in tempi record senza trascurare la qualità dei lavori. g.lo.

© Riproduzione riservata
Commenti