Basket
Commenta

Crisi Juvi, out anche Iannuzzi e
derby vinto da Piacenza 98-66

La JuVi Cremona cede al PalaRadi nel derby del Po 66-98 con l’Assigeco Piacenza e perde anche Iannuzzi per infortunio alla fine del primo quarto. Momento nero per i gigliati che hanno già Blake fuori per tutta la stagione, Piacenza dalla sua gioca con il ritmo della gara e nel secondo tempo dilaga grazie a Cesana e Miaschi, per i gigliati Reati e Allen siglano 17 e 14 punti.

La Juvi approccia bene l’avvio di gara con molta più attenzione sulle traiettorie dei passaggi rispetto alla difesa nel pitturato, su questo un grande lavoro lo fa il capitano Nasello, bravo anche a contenere Pascolo nonostante il mismatch fisico. L’Assigeco Piacenza dalla sua sfrutta molto bene i lunghi riempiendo il pitturato e aprendo il campo ai tiratori Mcgusty e Miaschi, dopo il primo giro di orologio la Juvi insegue 15-21, ma la notizia che fa scalpore è l’infortunio di Iannuzzi dopo una brutta caduta.

Il secondo quarto vede una gara più equilibrata con la Juvi che risponde a Piacenza nonostante l’assenza sul parquet di Ianuzzi, successivamente uscito direzione spogliatoi. McGusty da una parte e Allen dall’altra si sfidano a distanza tenendo a galla gli attacchi avversari per il 26-38. Cremona riesce a rosicchiare qualche punto grazie alla difesa, ma sopratutto a delle percentuali dall’arco in crescita, comunque non paragonabili a quelle piacentine (36% contro il 58%), all’intervallo la Juvi strappa comunque un 36-41.

Alla ripresa Cremona prosegue il solco tracciato, ma Piacenza rimane avanti grazie alla concretezza dalla panchina. La risposta gigliata arriva da Reati che si carica la formazione sulle spalle con due bombe di fila che valgono il 51-54 e il timeout di Coach Salieri. Dopo la pausa Piacenza rientra in campo organizzata e piazza un parziale di 3-13 che alla mezzora significa 54-66, Cremona rimane inerme dalla risposta dell’Assigeco.

Piacenza torna in campo motivata a chiudere la partita con uno 0-15 interrotto solo da due punti di Reati, mai domo in questa gara. Allargando il parziale alla fine del terzo quarto si ottiene un punteggio di 3-28 che rende l’idea sulla piega che ha subito la partita.
Con ancora metà quarto da giocare e sul punteggio di 56-84 Coach Crotti schiera anche Roberto e Beghini in quello che un quintetto di soli under per un lungo garbage time, vince meritatamente Piacenza 66-98

Lorenzo Scaratti

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti