Pergolettese
Commenta

Pergo a Vicenza: coraggio
contro il migliore attacco

Una rosa sicuramente ben assortita, ma la Pergolettese battagliera vista con Pro Vercelli e Novara - dimenticando la prova incolore con la Virtus Verona - non parte battuta.

Dopo il successo col Novara, ecco un’altra prova del nove per la Pergolettese: sin qui continua in casa e molto meno fuori, se non nell’ottica di una vittoria esterna che ancora manca. Il “Menti” di Vicenza non è certo la tana più comoda dove andare a fare punti, ma se si vuole uscire dall’ordinario di una classifica sin qui sempre galleggiante in zona mediana, serve centra un risultato che faccia rumore, anche più dell’1-0 ottenuto in dieci uomini per un tempo contro il Novara mercoledì.

Retrocesso dalla B dopo i playout persi col Cosenza, il Vicenza punta all’immediata risalita e, dopo qualche su e giù, ha preso il passo giusto, trovandosi ora al quarto posto ma, in una classifica cortissima, anche a soli 2 punti dalla capolista Pordenone. Migliore attacco del girone proprio assieme ai ramarri con 29 gol fatti in 16 gare, il Vicenza ha concesso qualcosa in più in difesa, ma rimane una delle top squadre del girone A, anche perché ha avuto la forza di spartire molto raramente la posta in palio, con 2 soli pareggi a fronte di 9 vittorie e 5 ko. Nel calcio da 3 punti, riuscire a pareggiare poco è un ottimo punto di partenza.

Domenica alle 14.30 a Vicenza i gialloblu di Villa dovranno guardarsi bene, nella formazione allenata da Modesto, da Franco Ferrari, capocanonniere del girone con 9 centri (e senza calciare rigori), ma in generale da una vera e propria cooperativa del gol, capace di mandare a segno finora ben undici diversi giocatori. Tra gli atleti di sicuro talento troviamo il mediano molto bravo in inserimento Michele Cavion, che alla Cremonese tutti ricordano per le prime stagioni in B dopo la promozione, mentre un altro giocatore dall’alto rendimento è senza dubbio Nicola Dalmonte, 5 gol in 15 presenze da trequartista. Una rosa sicuramente ben assortita, ma la Pergolettese battagliera vista con Pro Vercelli e Novara – dimenticando la prova incolore con la Virtus Verona – non parte battuta.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti