Volley
Commenta

Offanengo ritrova il sorriso
Battuta Lecco al tie break

E’ tempo di sorrisi ritrovati per la Chromavis Eco DB, che dopo quattro ko consecutivi torna al successo in A2 femminile piegando al tie break l’Orocash Lecco nella “maratona” del PalaCoim. Nel primo epilogo al quinto set della stagione, la squadra di Giorgio Bolzoni è riuscita a uscire alla distanza dopo quattro set al cardiopalma, terminati ai vantaggi (i primi tre) e con il minimo scarto (il quarto), mentre il set corto è stato un monologo cremasco.In un duello classico tra le due formazioni (questa volta però per la prima volta in A2), Offanengo ha saputo alzare il livello di gioco quando era in difficoltà (sotto 2-1 e con poca continuità tra cose ottime e tanti errori) chiudendo in crescendo.A trascinare le neroverdi, l’opposta Martina Martinelli, ex di turno che ha dominato la scena con 29 punti, ben supportata dalla schiacciatrice Francesca Trevisan (19), mentre per Lecco a brillare è stata la banda Martina Bracchi (23).  A fine partita, la Martinelli è stata premiata con un mazzo di fiori (offerto dallo sponsor “Piante e fiori” di Emilio Zilioli) consegnato da Gianmario Delvò di Steelcover, altro sponsor del Volley Offanengo. Domenica nuovo appuntamento al PalaCoim per sfidare la Bsc Materials Sassuolo nel penultimo appuntamento del girone d’andata.LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA:Giorgio Bolzoni (coach Chromavis Eco DB): “E’ stata un’altra partita dal risultato che poteva essere differente. Siamo stati in vantaggio nel corso dei vari parziali poi qualche errore ha fatto sì che si arrivasse ai vantaggi dove ovviamente poi non è sempre facile spuntarla. Fortunatamente, abbiamo ritrovato un po’ di fluidità nel tie break. Siamo stati bravi a spingere subito, rimetterci in carreggiata sotto 2-1 e ritrovare un po’ di fluidità nel gioco nel corso della partita. Inoltre, abbiamo avuto ottimi ingressi dalla panchina. Questa squadra meritava di tornare a fare punti perché era in una situazione di classifica che non meritava”.Gianfranco Milano (coach Orocash Lecco): “Sapevamo fosse una battaglia sportiva, hanno fatto la differenza un po’ di continuità e di esperienza che Offanengo ha e ha sfruttato in alcuni momenti importanti. Avevamo diverse ragazze giovani in campo, siamo state bravi ad andare avanti 2-1, poi non avevamo energie per tenere il duello nel quarto e nel tie break siamo partiti sotto; non avevamo la rosa al completo e quindi non potevo sfruttare tutte le risorse a disposizione. Punto guadagnato? Non guardo mai se perso o guadagnato, ogni punto conquistato è sempre positivo”.CHROMAVIS ECO DB-OROCASH LECCO 3-2(27-25, 24-26, 25-27, 25-23)CHROMAVIS ECO DB: Trevisan 19, Menegaldo 3, Martinelli 29, Bartesaghi 4, Cattaneo 10, Galletti 4, Porzio (L), Pinali 6, Marchesi, Anello L. 6. N.e.: Tommasini, Anello I., Salamone (L), Casarotti. All.: BolzoniOROCASH LECCO: Albano 6, Rimoldi 1, Bracchi 23, Piacentini 9, Bassi 11, Zingaro 10, Bonvicini (L), Rocca, Citterio, Tresoldi 1. N:e.: Monti, Belloni. All.: MilanoARBITRI: Mesiano e RussoNOTE: Durata set: 29′, 31′, 30′, 29′, 16′ per un totale di 2 ore 30 minuti di giocoChromavis Eco DB: battute sbagliate 19, ace 8, ricezione positiva 66% (perfetta 35%), attacco 31%, muri 9, errori 45Orocash Lecco: battute sbagliate 10, ace 1, ricezione positiva 52% (perfetta 18%), attacco 29%, muri 6, errori 34LA PARTITA – La Chromavis Eco DB parte con Galletti in regia, Martinelli opposta, Bartesaghi e Trevisan in banda, Menegaldo e Cattaneo al centro e Porzio libero. La partenza di Offanengo è ottima: Trevisan trova due ace, l’ex Martinelli va a segno in contrattacco per il 4-0. Coach Milano ferma il gioco, ma le neroverdi non mollano la presa, allungando sul 10-5 con Cattaneo sugli scudi (tre punti ravvicinati). Lecco prova a reagire con l’elevazione di Bracchi (10-7), ma la diagonale di Martinelli ripristina il +5 cremasco (12-7). Piacentini mura per il -3 (13-10), Bassi trova il contrattacco che porta a due il gap: 15-13 e time out Bolzoni. Lecco è lanciata verso la parità che arriva subito a quota 15 con Bracchi a segno e il diagonale out di Bartesaghi. La stessa schiacciatrice ospite griffa il sorpasso (17-18), ma Menegaldo ribalta subito la situazione sulla battuta di Galletti (19-18). La palleggiatrice di casa va a segno con l’ace del +2 (20-18, time out Milano), con l’Orocash che aggancia con Bassi a quota 21 lanciando la volata. Out Martinelli per il 22-23 (time out Bolzoni), che poi si riscatta annullando il set point ospite (24-24). Trevisan schiaccia forte per l’occasione cremasca, poi tenta il bis ma si fa murare da Bassi (25-25). Decidono due attacchi out di Bracchi e Albano: 27-25.Nel secondo set, si riparte sui binari dell’equilibrio, poi sul 7-7 nelle fila di Lecco al centro entra l’ex Tresoldi per Albano. Le due squadre arrivano appaiate anche a quota dieci, poi arriva una serie di battute sbagliate, spezzata dal contrattacco di Trevisan (14-12). Capitan Zingaro riporta in carreggiata Lecco (attacco e muro del 14-15), poi Tresoldi chiude una battuta di Bassi per il +2 biancorosso.  Una pipe di Bracchi aggiunge un altro mattoncino (14-17, time out Bolzoni), poi Offanengo si rifà sotto, salvo poi scivolare ancora sul -3 con l’ace di Zingaro (16-19). Porzio è in versione aspiratutto in difesa, con Trevisan a segno da posto quattro per l’aggancio a quota 19 con l’attacco out di Bracchi. Stesso discorso per la fast di Tresoldi (20-19, time out Milano), poi sul 20-20 entra Letizia Anello per Menegaldo, ma Martinelli attacca out, imitata dalla stessa centrale (21-23). Sosta neroverde, recupero (23-23) e altro sprint, battuta vincente di Anello, set point annullato da Piacentini (24-24). Entra Citterio in battuta, Zingaro va a segno da posto quattro poi arriva la battuta vincente della numero nove ospite: 24-26 e 1-1.Il terzo set si apre con Letizia Anello in sestetto e con un ottimo avvio di Offanengo, che trova l’ace del 2-0 con Trevisan e il +3 con la parallela di  Martinelli. L’Orocash, però, risponde con veemenza, ribaltando la situazione (4-6). Pinali avvicenda Bartesaghi in posto quattro, poi è Trevisan a pareggiare i conti (8-8).  Il muro di Bracchi rilancia le ospiti (8-10), Martinelli ricuce subito lo strappo (10-10), Pinali sottoscrive il +1 (13-12, time out Milano), poi non trova le mani del muro (13-14). Offanengo ci riprova con l’ace di Martinelli (16-15), il set entra nel vivo a suon di difesa e Cattaneo chiude uno scambio mozzafiato (19-17). L’Orocash pareggia con Bracchi, Offanengo fa ottime cose e le vanifica con due battute sbagliate. La stessa laterale ospite trova attacco e muro per il 21-22 (time out Bolzoni). Dopo la sosta, sempre Bracchi regala il +2 alle biancorosse, la Chromavis Eco DB tiene accesa la fiammella con Martinelli (24-23), poi è Pinali ad annullare il secondo set point a Lecco. Una bomba di Bracchi vale la terza chance lecchese (24-25), ancora Pinali dice no, poi chiudono Zingaro e la “solita” Bracchi: 25-27 e 2-1 Orocash.La beffa questa volta sembra sentirsi in casa offanenghese, come dimostra il 2-5 (out Pinali). Bolzoni ferma il gioco, poi le locali rientrano in gioco con due attacchi out di Lecco e due invasioni (7-5). Muro di Trevisan per l’11-9, ancora Francesca per il +3, poi rientra Albano al centro per Lecco, ma la stessa schiacciatrice di casa è incontenibile (13-9, time out Milano). Offanengo difende il vantaggio con Martinelli (16-12), ancora Martina per il 23-19 (seconda sosta lecchese), la Chromavis Eco Db arriva sul 24-20, si fa rimontare (24-22, time out Bolzoni). Sulla battuta di Citterio, Bassi firma il -1, ma Martinelli manda tutti al tie break (25-23).Primo break cremasco con i muri di Cattaneo e Martinelli (4-1), Lecco sta in carreggiata con Bracchi (5-3), ma ancora Cattaneo chiude la porta in block (6-3). L’Orocash non molla (8-7, time out Bolzoni),anche se la Chromavis Eco DB spinge forte, trovando il 10-7 con Martinelli. La squadra di Bolzoni è lanciatissima (ace di Trevisan per il 13-7), poi festeggia 15-7.

© Riproduzione riservata
Commenti