Pergolettese
Commenta

Villa: "A Vicenza col nostro
DNA: giocare a calcio"

Non si sono ancora affievoliti gli entusiasmi per i calorosi applausi ricevuti mercoledi’ sera, che per i gialloblù è già ora di affrontare un altro scoglio di quelli che sulla carta appaiono quasi proibitivi. Domani al Romeo Menti affronteranno  quella che in questo momento appare la squadra più in forma del girone, il L.R.Vicenza. Retrocessa dalla serie B, il club del patron Renzo Rosso, si è posto come obiettivo l’immediato ritorno nella serie cadetta. Un inizio di stagione non all’altezza delle aspettative, ha indotto la dirigenza vicentina a inizio novembre a un cambio nella guida tecnica con l’arrivo di Francesco Modesto al posto dell’esonerato Vincenzo Baldini. La scossa auspicata ha avuto un effetto positivo immediato, tanto da inanellare una striscia di quattro vittorie consecutive, così da raggiungere il quarto posto in classifica a soli 2 punti dalla capolista Pordenone e domenica prossima, (11 dicembre) ci sarà in calendario proprio la sfida con la formazione friulana.
Anche mister Villa non nasconde le insidie che dovranno affrontare i suoi ragazzi-
“Vicenza è uno squadrone logicamente impostato per cercare di vincere il campionato, Francesco Modesto è un allenatore molto bravo, che conosco e stimo tanto. I risultati parlano da soli: quattro partite, quattro vittorie. Siamo anche amici perchè abbiamo fatto il corso a Coverciano assieme. Proveremo a interrompere questa striscia e che ricomincino a vincere dalla prossima gara. Noi andiamo a giocarci la nostra partita con le nostre armi, cercando di metterli in difficoltà. Non andremo sicuramente a fare l’agnello sacrificale perché non l’abbiamo mai fatto con nessuno, ma lo faremo col nostro DNA: quello di giocare a calcio. E lo faremo anche a Vicenza.”

L’intensità di gioco vista anche mercoledì sera, che ha replicato altre prestazioni di questo livello fra le mura del Voltini, in trasferta, pur facendo delle ottime partite, a volte però la squadra non riesce a esprimersi agli stessi livelli.
“Ci sono stati dei miglioramenti nelle ultime uscite a partire da Renate, poi quando siamo andati a Vercelli, ma anche quando abbiamo giocato a Mantova abbiamo fatto molto bene: siamo in costante crescita. Adesso dobbiamo continuare su questa strada e cercare di fare qualcosa di importante anche fuori.”

Purtroppo c’è questa squalifica di Artioli a creare problemi.
“Abbiamo altri 3 o 4 ragazzi, come ho già detto, che stanno riprendendo e altri con qualche infortunato che si riprenderanno con calma. Speriamo di averli a disposizione per la settimana prossima.”

Le condizioni di Tonoli, che è assente ormai da un po’ di tempo, e di Volpe?
“Volpe, ha avuto un leggero risentimento e deve star fermo ancora quattro cinque giorni, mentre per Tonoli sarà più lunga. Per lo staff sanitario ci vorranno ancora 15 o 20 giorni. Speriamo di recuperarlo per l’ultima col Piacenza o con l’anno nuovo.”

© Riproduzione riservata
Commenti