Pergolettese
Commenta

Pergo-Novara, serve lo scalpo
importante per ripartire

In particolare fuori casa, dopo il sacco di Padova, il Novara ha incassato ko da Juventus Next Gen e Pordenone, perdendo così contatto proprio con la vetta. Allenata da Roberto Cevoli, la formazione piemontese si affida ai gol di Bortolussi, Galuppini e Tavernelli e all’estro del sempreverde Gonzalez.

Novara in casa oggi alle 18, Vicenza in trasferta domenica. Bastano i nomi delle due prossime avversarie della Pergolettese, entrambe ex serie A, per rendere l’idea della salita che i ragazzi di Villa dovranno affrontare nelle prossime due sfide. Per questo era il caso di mettere fieno in cascina contro la Virtus Verona, che invece ha beffato il fattore “Voltini”, infliggendo il secondo ko interno ai gialloblu.

La squadra di Villa ha comunque dimostrato di poter sorprendere – non va dimenticato che a Crema è caduta anche la big Padova – e dunque è molto presto per fasciarsi la testa. Al contempo il Novara ha dato qualche segnale di salute non ottimale, perdendo punti in casa contro il fanalino di coda Piacenza. Insomma, la gara si preannuncia molto aperta.

Nel 16esimo e quartultimo turno del girone A di serie C l’incrocio può dire molto anche sul futuro della Pergolettese: che dista 2 punti dai playoff allargati ma è al contempo appena 3 punti sopra i playout. Il Novara, 5 punti in più dei gialloblu, pareggia molto poco (meno dei piemontesi soltanto il Sangiuliano e il Vicenza con 2 segni X), il che significa che dobbiamo aspettarci una squadra abbastanza aperta, poco abituata a spartire la posta in palio. Il dato che però può rincuorare la Pergolettese è il passo esterno dei novaresi, decisamente inferiore a quello in casa, con 9 punti su 21 disponibili incassati lontano dal “Piola”.

In particolare fuori casa, dopo il sacco di Padova, il Novara ha incassato ko da Juventus Next Gen e Pordenone, perdendo così contatto proprio con la vetta. Allenata da Roberto Cevoli, la formazione piemontese si affida ai gol di Bortolussi, Galuppini e Tavernelli e all’estro del sempreverde Gonzalez, che ha sposato dal 2012 la causa della rinascita novarese ed è tornato “a casa” dopo la parentesi di Alessandria. In rosa spiccano però i nomi di un altro ex serie A, il difensore Benalouane, mentre in mezzo la cerniera è composta dagli esperti Ranieri e Rocca.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti