Volley
Commenta

Esperia e Offanengo,
umori agli antipodi

(foto Sessa)

Il ritorno al successo di Cremona, la sconfitta più dura per Offanengo: in serie A2 umori agli antipodi per Esperia e Chromavis Eco Db, con le gialloblù proiettate agli scontri con le big e forti di 14 punti in cascina, le neroverdi inchiodate all’ultimo posto in coabitazione col Club Italia giustiziere cremasco nello scontro diretto dello scorso weekend.

Partendo dall’alto, Cremona si è sbloccata col 3-1 di Lecco, contro la bestia nera di coach Valeria Magri che non manca di sottolineare l’importanza di un successo così: “Un sorriso che vale cinque anni d’attesa – racconta a caldo l’allenatrice -, l’ho detto a mister Milano che Lecco da un lustro per me era una spina nel fianco. Cinque anni che con loro perdevo. Questa stagione però è diversa, sapevo che ce la saremmo potuta giocare nonostante arrivassimo da un periodo difficile. Ho chiesto alle mie una reazione e l’hanno avuta”.

Amara invece l’analisi di coach Giorgio Bolzoni sulla sconfitta patita da Offanengo al centro Pavesi di Milano, contro le azzurrine del Club Italia non più fanalino di coda solitario. “Analisi semplice – spiega l’allenatore -, abbiamo commesso tanti errori e permesso al Club Italia di giocare la sua pallavolo. Male l’atteggiamento, sempre sotto e sempre di rincorsa. Siamo arrivati alla partita con l’approccio sbagliato. Alcuni fondamentali sono stati un disastro”.

Alle porte, per Offanengo c’è la sfida con Lecco al PalaCoim, per l’Esperia invece si alza l’asticella col viaggio a Busto Arsizio contro la Futura Giovani.

S.A.

© Riproduzione riservata
Commenti