Personaggi
Commenta

Rodini e Cesarini proclamate
Socie Onorarie FIC

Proclamate all’unanimità, e non poteva essere altrimenti. A Roma, nel corso dell’Assemblea Nazionale Ordinaria e Straordinaria della Federazione Italiana Canottaggio, le campionesse olimpiche del doppio Pesi Leggeri femminile Federica Cesarini (Fiamme Oro-Gavirate) e Valentina Rodini, sono state proclamate Socie Onorarie della FIC. Un riconoscimento più che giusto, per tutte le emozioni che le Cesadini hanno regalato all’Italia del canottaggio nelle ultime stagioni. I risultati insieme, in primis: l’oro olimpico di Tokyo a luglio dello scorso anno, le tre medaglie agli Europei Assoluti – oro a Varese nel 2021, argento a Poznan nel 2020, bronzo a Monaco nel 2022 – e il titolo mondiale universitario del 2016, tutto sempre nel doppio pielle. E poi, nonostante la giovanissima età di entrambe, quanto sono riuscite a ottenere nelle rispettive carriere anche separate.

Cesarini, 26 anni e cresciuta alla Canottieri Gavirate prima di entrare nelle Fiamme Oro, ha iniziato la carriera azzurra appena sedicenne e da timoniera, guidando le varie sue compagne alla vittoria – sempre in otto – di un bronzo iridato Junior, e tre argenti europei, uno assoluto e due ancora Junior. Dal 2013, parte la carriera da azzurra con i remi in mano, un percorso che porta Fede a conquistare nelle categorie giovanili un argento e un bronzo ai Mondiali Under 23 e un argento agli Europei Junior, per poi imporsi anche nella categoria Assoluta vincendo – sempre tra i Pesi Leggeri – innanzitutto lo storico titolo mondiale del 2017 nel quadruplo femminile, il primo alloro iridato rosa nella storia dell’Italia del canottaggio, sul bacino remiero a stelle e strisce di Sarasota. Poi è arrivato anche il titolo europeo nel singolo nel 2019, coronamento finora della sua carriera da sculler. Senza contare i 17 titoli italiani vinti con i colori prima della Gavirate e poi delle Fiamme Oro.

Rodini , un anno più grande della storica collega e affermatasi presso la SC Bissolati nella sua Cremona prima di vestire i colori delle Fiamme Gialle, ha iniziato la carriera azzurra nel 2012, e arrivando ad aggiudicarsi negli anni nelle categorie giovanili due titoli mondiali Under 23 e uno Junior – quest’ultimo rivelatosi poi storico dal momento che con lei in barca sul quattro di coppia iridato a Trakai 2013 c’erano altre tre future atlete olimpiche a Tokyo quali Stefania Gobbi, Valentina Iseppi e Chiara Ondoli –  e un argento e un bronzo agli Europei Junior. Senza Federica, Vale vanta anche la vittoria in singolo ai Giochi del Mediterraneo del 2018, il bronzo all’Universiade del 2015 sempre nel doppio Pesi Leggeri, ma soprattutto la partecipazione ai Giochi Olimpici di Rio 2016, ancora una volta nel doppio leggero e ad appena 21 anni di età. Nel caso di Valentina, i tricolori in bacheca, tra SC Bissolati e Fiamme Gialle, sono 13.

“Un rapporto saldo e che va oltre le vittorie e le avversità quello delle Cesadini, oggi unite più che mai nella corsa ad un pass per i Giochi Olimpici di Parigi 2024, e stavolta con i galloni di Socie Onorarie della Federazione Italiana Canottaggio”, come si legge nella nota federale.

© Riproduzione riservata
Commenti