Altri Sport
Commenta

Premio Coraggio e Altruismo
al canottiere Gregori

Gabriele Gregori, portacolori della SC Bissolati e Giulio Saracco Lanzi, giovanissimo atleta della CC D’Annunzio, sono i due canottieri che a Roma il prossimo 26 novembre riceveranno il riconoscimento Coraggio e Altruismo 2022. Una sorta di “ex aequo”, ma non poteva essere altrimenti.

Diverso il campo di azione, diversa la motivazione, ma grande attenzione in questo particolare periodo storico merita la vicenda di Gabriele Gregori, canottiere cremonese di 19 anni il cui impegno incarna il rapporto degli sportivi con la natura e il rispetto e la cura della stessa. Con tenacia infatti, Gabriele ha richiamato nei mesi scorsi l’attenzione dell’opinione pubblica sulla pulizia del Po, adoperandosi sistematicamente per liberare il Grande Fiume dai rifiuti che trovava in acqua o sugli spiaggioni, in modo che fosse vissuto nella sua splendida cornice naturalistica. Gregori ha documentato questa nobile attività sui propri social pubblicando gli esiti del suo lavoro, puntando a sensibilizzare i suoi contatti e chiedendo la massima condivisione. In questo modo è riuscito a coinvolgere anche le scuole, andando nei vari Istituti a parlare dell’iniziativa e in generale del rispetto per l’ambiente che ci circonda. Giulio e Gabriele, due esempi da seguire.

Giulio Saracco Lanzi, 11 anni appena, al Festival dei Giovani “Gian Antonio Romanini” di Milano dello scorso luglio ha sfoderato fair play e correttezza che fanno commuovere, vista la sua giovanissima età. Per un errore infatti, a Giulio era stata attribuita la vittoria di una medaglia non meritata. Chiamato alla premiazione, con grande spirito altruistico e senza condizionamento alcuno, Giulio ha cortesemente rifiutato la medaglia, indicando prontamente il vero vincitore della gara e ripristinando, in questo modo, la giusta sequenza degli arrivi della sua finale.

 

© Riproduzione riservata
Commenti