Cremonese
Commenta

Alvini e Mancini ambasciatori
del tartufo: "Umiltà e territorio"

Nel fine settimana, l’allenatore della Cremonese Massimiliano Alvini, insieme al difensore della Roma Gianluca Mancini, è stato insignito del titolo di ambasciatore del tartufo bianco di San Miniato nel mondo. La consegna è avvenuta a Casa Tartufo in piazza del Duomo proprio a San Miniato dal sindaco della città Simone Giglioli e dal presidente della Fondazione San Miniato Promozione Marzio Gabbanini, organizzatrice della 51esima Mostra mercato del tartufo bianco.

Una onorificenza, hanno spiegato entrambi a Il Cuoio in diretta al momento della consegna, “che va a due campioni del calcio, ma anche della vita, per l’umiltà, semplicità ed attaccamento al territorio dove sono nati e cresciuti, e per l’esempio che possono rappresentare per i giovani”.

Alvini nato e cresciuto a Fucecchio, a una decina di km da San Miniato, è stato anche l’artefice della scalata dalla Promozione alla Serie C del Tuttocuoio, formazione di Ponte a Egola, una frazione del paese. “Un’esperienza che mi porterò sempre dentro – ha sottolineato l’allenatore della Cremonese – che mi ha formato e dalla quale ho imparato molto, e mi ha permesso di restare quello che ero allora”. Al termine, Alvini e Mancini si sono fermati per foto e autografi, oltre a salutare gli amici storici senza però rilasciare dichiarazioni riguardo al campionato.

© Riproduzione riservata
Commenti