Volley
Commenta

L'Enercom Fimi mette paura a
Legnano e strappa un punto

L’Enercom Fimi viene sconfitta da Legnano al tie break dopo aver giocato i primi due set in modo magistrale e cancellato dal campo una delle favorite alla promozione. Ma quando le biancorosse sono tornate a esprimersi su livelli normali le avversarie hanno fatto valere esperienza e tecnica per indirizzare la gara, anche con un po’ di fortuna.
L’Enercom Fimi deve rinunciare alla palleggiatrice Giulia Moretti per un problema fisico, a sostituirla l’Under 18 Nicole Gruda. Moschetti sceglie quindi Bagnoli in palleggio, Giroletti opposto, Marengo e Bocchino in banda, Fioretti e Ravazzolo al centro con Labadini libero.

L’avvio di gara è tutto per le cremasche che dal 3-2 trovano cinque punti consecutivi grazie a tre muri (due di Ravazzolo e uno di Bocchino). Dopo una serie di cambi palla torna in battuta Marengo per un altro turno che mette in crisi la ricezione avversaria e favorisce quattro muri di Ravazzolo e porta sei punti consecutivi per il 20-8. Giroletti porta il vantaggio sul 22-9 e il finale viene gestito fino al 25-14.

Ancora migliore la partenza dell’Enercom Fimi nel secondo set: 5-0 con l’ace di Bocchino, altro parziale di 6-2 con ace di Marengo. Dal 12-4 le ospiti si riavvicinano fino al 14-10 ma ci pensa Marengo a ristabilire le distanze; poi l’ace di Bagnoli e il muro di Ravazzolo portano il vantaggio in doppia cifra sul 21-11. Fioretti a muro si procura il set ball sul 24-14 e chiude l’attacco di Bocchino per il 25-16 in un set giocato ad altissimi livelli dalle biancorosse tanto da lasciare senza risposte le milanesi ed entusiasmare il numeroso pubblico presente.

Difficile continuare a giocare ai livelli visti nei primi due set per le cremasche e infatti appena il gioco torna su livelli normali esce l’esperienza e la forza di Legnano che cresce in ricezione e costringe le padrone di casa a diversi errori. Il divario cresce fino al 15-24 quando Giroletti e compagne dimostrano carattere e mettono a segno, anche grazie a due ace di Marengo, sette punti consecutivi ma a chiudere il set è la fast di Aliberti per il 22-25.
Dopo una partenza punto a punto l’Enercom Fimi prova ad allungare nel terzo set e con un parziale di cinque punti consecutivi si porta sul 13-7. La reazione della Focol è immediata per il 13-12 e col 16-17 arriva il sorpasso. Dal 20-23 l’attacco di Marengo, l’ace di Frassi e il muro ancora di Marengo pareggiano i conti ma Legnano si guadagna il set ball con una difesa fortunosa e approfitta dell’occasione per portare la gara al tie break.

La prima parte di quinto set è equilibrata e si arriva sul 6-7 ma dopo il cambio campo Legnano dimostra la sua esperienza e allunga fino a chiudere 11-15. Un risultato che non cancella il gioco messo in mostra dall’Enercom Fimi nella prima parte di gara.

A fine gara il tecnico dell’Enercom Fimi si dice soddisfatto: “Dobbiamo essere contenti perché abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti”. E aggiunge: “Nei primi due set abbiamo giocato una pallavolo celestiale. Era fisiologico un calo nel terzo parziale. Nel quarto c’è il rammarico per la rimonta fermata da un punto di Legnano ottenuto in modo rocambolesco. Il tie break è stato giocato alla pari ma è uscita l’esperienza delle nostre avversarie”.

© Riproduzione riservata
Commenti