Eventi
Commenta

La presentazione della 16^ edizione
della Maratonina di Crema

La manifestazione che da anni è un riferimento assoluto nel panorama nazionale è pronta a compiere il proprio ritorno. Domenica 13 novembre infatti partirà a Crema la 16^ edizione della Maratonina, appuntamento podistico in grado di soddisfare tutti gli amanti della corsa.

L’evento in realtà partirà sabato 12 novembre con la Enercom Crema Kids Run, giunta alla 4^ edizione, dedicata a tutti i bambini under 14 che si svolgerà nella pista di Atletica Leggera “Renato Olmi” di via Rossi Martini.

Nella giornata di domenica invece si parte alle 8 e mezza di mattina per la 10 km agonistica e la Marian Ten in memoria di Marianna Rota, per poi proseguire alle 9:40 con la 21,097 km che nel corso degli anni ha portato a correre a Crema grandi specialisti italiani e stranieri.

L’epicentro della corsa sarà come sempre in Piazza Garibaldi, luogo designato come arrivo e partenza dei maratoneti. Il totale degli iscritti raggiunge quota 1900, di cui 1000 solo per la Maratonina, numeri importanti che confermano il prestigio dell’evento.

Oggi l’evento è stato presentato in Comune da Franco Pilenga, Organizzatore della Maratonina di Crema, alla presenza anche di Walter Della Frera, consigliere comunale delegato allo sport, Fabio Bergamaschi, sindaco di Crema e Fabiano Gerevini, Delegato CONI.

“Sono contento di essere qua – spiega Della Frera – ringrazio gli organizzatori che hanno superato le difficoltà per la realizzazione dell’evento. Sarà una giornata di festa e di movimento per i cremaschi: lo sport fa crescere giovani e adulti con una mentalità sana”.

“Come CONI ci da grande soddisfazione la continuità di questa manifestazione – sottolinea Gerevini – I numeri vi danno ragione e noi ci teniamo particolarmente, infatti il Patrocinio non è del Coni territoriale ma del Coni regionale”.

Bellissima l’iniziativa che prevede l’adesione di dieci persone che spingeranno due persone diversamente abili per farle partecipare.

“Questo è un appuntamento tradizionale – conclude Bergamaschi – confermiamo l’impegno della parte pubblica del Comune per la realizzazione di eventi di questo tipo. Sopportare questo tipo di attività per la città è una scelta. Vogliamo far passare la cultura dello sport, dedicando una giornata a questo. La manifestazione ha anche un carattere d’inclusività”.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti