Basket
Commenta

La Vanoli annienta 91-70 Rieti
e fa 5/5 in campionato

La Vanoli fa 5 su 5 grazie alla vittoria casalinga per 91-70  contro la Kienergia Rieti, una grande prova corale dall’arco con il match messo di fatto in cassaforte nel terzo quarto grazie anche al 7/10 da tre. Tra i migliori realizzatori biancoblù Eboua e Mobio con 19 e 17 punti, 10+9 rimbalzi per Cannon. Per Rieti un Timperi mai domo con 17 punti totali che comunque non bastano per una Vanoli dilagante.

Un grande inizio della Vanoli Cremona che apre con un 7-2, Eboua è il principale motivo dei soli due punti avversari: stoppa, riempie l’area e limita il gioco avversario. Rieti cambia così il piano gara puntando forte sul primo passo dei suoi esterni bucando la difesa schierata cremonese. L’idea paga solo in un primo momento quando i biancoblù danno un’altro strappo 17-8. Gli avversari però sul finale di gara si mettono in ritmo e con un 7/8 ai liberi si rifanno sotto sullo scadere di primo quarto per 22-18.

La Vanoli nel secondo quarto gestisce il ritmo aprendo parziali e alzando la qualità della difesa per limitare Rieti: Piccoli cambia tutte le marcature, Cannon ed Eboua (3 stoppate all’intervallo) fanno la voce grossa nel pitturato e in attacco si cambia continuamente interprete, trova spazio anche Gallo con una tripla.
Rieti ci prova in tutti i modi anche grazie ad un Timperi con 11 punti, ma i biancoblù riescono sempre a ricacciare dietro gli avversari andando all’intervallo in vantaggio 43-35.

Alla ripresa la Vanoli dilaga con una grande prova corale e concretezza dall’arco:  7 su 10 nel quarto e un quintetto che porta sul parquet anche il giovane classe 2003 Kevin Ndzie, è grazie anche ai suoi blocchi che Cremona libera i tiratori. Non c’è un singolo giocatore fuori dalla macchina biancoblù che alla mezzora registra il 73-55 contro una inerme Rieti. Tucker Tortu provano a rispondere ai colpi cremonesi, ma ogni volta la Vanoli spezza l’animo degli avversari con la profondità del suo roster.

Il quarto periodo è un lungo garage time dove la Vanoli ruota ancora quasi tutto il suo roster e colpisce dalla distanza, forte della differenza canestri con Rieti. Non manca qualche smacco nella prova cremonese, come l’uscita per una lieve botta in fronte di Lacey.
La Kienergia di fatto gioca la sua gara trovando anche qualche ottima conclusione al tiro, Timperi ritocca le sue statistiche, ma la Vanoli è perfetta: Cavina rimette in campo i titolari, poi i giovanissimi Gallo, Ndzie, Vecchiola e Galli, vince Cremona 91-70 senza troppi fronzoli.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Commenti