Cremonese
Commenta

La Cremonese non è stata
abbastanza cinica sottoporta

Il confronto con le dirette rivali: le chance di salvezza dei grigiorossi dipenderanno dalla capacità di concretizzare le tante occasioni create

Passeranno soprattutto dalla capacità di andare a segno le chance della Cremonese di raggiungere la salvezza in Serie A. La fase difensiva va certamente registrata, ma presenta dati in linea con quanto effettivamente concesso: oltre ad essere la peggior difesa del torneo, i grigiorossi sono anche la formazione a concedere più expected Goal (xG)* e la terza a subire più tiri dagli avversari.

Al netto di questa considerazione, il solo miglioramento di questo aspetto non sarebbe sufficiente. Un atteggiamento maggiormente prudente rischierebbe di ridurre ulteriormente la capacità di segnare di una Cremonese che al momento sta faticando oltremodo a convertire in gol le chance che produce. La squadra di Massimiliano Alvini sinora è riuscita a mettere a segno 9 reti con 7 giocatori diversi (Okereke e Dessers hanno realizzato 2 gol a testa) che fanno sì che solo la Sampdoria abbia realizzato meno marcature (6, mentre Lecce, Empoli e Spezia sono a pari dei grigiorossi).

Tuttavia, il buon lavoro in termini di organizzazione offensivi è tangibile: la Cremonese è la quinta formazione ad effettuare più tiri di tutta la Serie A ed è decima per expected Goal* generati in campionato. Per fare un raffronto, l’Udinese – prossima avversaria dei grigiorossi, da un numero di di expected Goal* sostanzialmente simile (15.81-15.41 a favore dei bianconeri) ha ricavato 20 reti, più del doppio rispetto alla formazione di Alvini. Il problema, più che nella quantità e nella qualità delle occasioni, sta soprattutto nella precisione: sostanzialmente solo un tiro su quattro finisce nello specchio (24,1%). In pratica la Cremonese ha bisogno di 16 tiri per andare a segno.

Confrontando l’andamento con le rivali più vicine in classifica, emerge come i grigiorossi siano infatti la squadra a tirare nettamente di più e solo lo Spezia ha una percentuale di conclusioni nello specchio della porta più bassa. Inoltre le due squadre liguri (Sampdoria e, appunto, Spezia) sono anche quelle a concedere più conclusioni agli avversari. La Cremonese è anche la formazione, per distacco, a generare e concedere più expected Goal*, ma in termini sia di reti realizzate che concesse ha dati molto simili rispetto alle concorrenti.

In sostanza la squadra di Alvini non solo non è riuscita a capitalizzare quanto prodotto, ma, di conseguenza, nemmeno a compensare quanto concesso e non per un problema tattico dato che la produzione offensiva – se opportunamente convertita come da attese – è adeguata a sopperire quanto lasciato agli avversari. Per questo sarà determinante riuscire a trovare una maggiore efficacia sottoporta, che, come visto, passa però più dalla crescita individuale dei giocatori che dal contesto tattico.

Mauro Taino

*Expected Goal (xG): una misura della probabilità che ha un determinato tiro di essere trasformato in gol.

Dati Wyscout S.p.A. (wyscout.com)

© Riproduzione riservata
Commenti