Altri Sport
Commenta

Polizia cremonese protagonista ai XIV
Campionati di tiro difensivo con pistola

Nella foto da destra: Guzzardo, Rizzi, Signoroni

Si sono svolti lo scorso 15 ottobre sul campo di tiro Conrad Shooting Clubdi Casei Gerola (Pavia), con il patrocinio A.S.P.M.I. e Comune di Genova, i XIV Campionati Italiani di Tiro Difensivo Memorial Nicolò Savarino (agente della Polizia Locale di Milano deceduto in servizio) che hanno visto la partecipazione di circa 60 operatori di Polizia Locale di numerosi Comandi italiani.

La rappresentanza del territorio Cremonese era composta dal Sovr. Marco Rizzi della Polizia Provinciale di Cremona qualificatosi Campione Italiano nella categoria Low Enformance (operatori in assetto operativo), dal Sovr. Sc. a riposo Claudio Catenacci della Polizia Locale del Comune di Cremona qualificatosi Campione Italiano in quiescenza e dal Sovr. Es. Fabrizio Bandirali già in forza alla Polizia Locale del Comune di Cremona, ora in servizio presso la Polizia Locale di Castel Gerundo (Lodi) arrivato 3° nella categoria armi sportive S.A.

Il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni evidenzia: “E’ un esempio di alta qualificazione degli operatori di Polizia Locale e Provinciale, che quotidianamente svolgono un compito difficile quanto gratificante. L’esigenza di preparazione, in tutti i campi ed in tutte le materie d’intervento, è elevatissima. Un ulteriore traguardo conquistato nell’ottica dell’efficientamento del servizio, con lo sviluppo di competenze su diversi fronti. Ancora i più vivi complimenti agli atleti”.

Il Comandante della Polizia Locale Provinciale Salvatore Guzzardo afferma: “Con Marco abbiamo raggiunto l’eccellenza; il gradino più alto del podio è una grande soddisfazione ma dovrà anche essere un investimento ai fini della formazione dei colleghi. Proprio due settimane fa il Sovr. Rizzi aveva concluso un ciclo formativo organizzato dalla Polizia Provinciale e rivolto a tutti i comandi cremonesi, sulle tecniche operative di polizia e maneggio delle armi in sicurezza, con la promessa di continuare nell’anno 2023 a trasferire nuove importanti competenze. Le mie congratulazioni vanno anche agli amici Claudio e Fabrizio per l’ottimo risultato della squadra”.

© Riproduzione riservata
Commenti