Vbc
Commenta

Casalmaggiore, sconfitta di misura
al PalaRadi: 2-3 contro Milano

Foto Sessa

Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore – Vero Volley Milano 2-3 [25-27; 21-25; 25-21; 26-24; 10-15]

Casalmaggiore: Carlini 2, Malual 18, Melandri 8, Lohuis 12, Perinelli 18, Braga 5, De Bortoli (L), Piva 11, Mangani 1. Non entrate: Scola, Frantti, Dimitrova (K), Sartori (L), All. Pistola-Tettamanti.

Milano: Orro (K) 3, Thompson 16, Folie 11, Stevanovic 8, Stysiak 17, Sylla 19, Negretti (L), Begic, Candi, Rettke. Non entrate: Martin, Parrocchiale (L), Camera,  . All. Gaspari-Bucaioni

Si chiude con una sconfitta di misura la prima partita casalinga della Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore, che ha incontrato la Vero Volley Milano (ex Monza) tra le mura amiche del PalaRadi, di fronte a 1.265 spettatori,

Inizio difficile per Casalmaggiore, che parte ancora piuttosto sottodimensionata. Se nelle prime battute le rosa riescono a tenere il ritmo di Sylla e compagne, Milano non tarda a mettere la freccia e a portarsi in vantaggio. Le padrone di casa non vi stanno e si gettano all’inseguimento, con l’innesto di Carlini che dà una marcia in più alla formazione, che passa in vantaggio sul 15-14. Rispetto alla partita contro Chieri, le ragazze di coach Pistola guadagnano in efficacia a muro e commettono meno errori, e e si portano sul 20-17. Le milanesi non ci stanno e riescono a recuperare il gap, costringendo l’allenatore rosa a fermare il gioco. Il finale di set è di quelli che lasciano con il fiato sospeso, ma è la squadra ospite a portarsi a casa il risultato per 27-25.

Nella ripresa Casalmaggiore parte senza esitazioni e le due formazioni si affrontano punto a punto. Le rosa riescono a gestire bene il gioco, anche se mostrano ancora qualche lacuna in difesa, che le porta a concedere troppo alle avversarie, tanto da indurre coach Pistola a chiedere il time out sul 5-7. Questo non basta alle padrone di casa per rimettersi in partita, e Milano tenta la fuga in avanti, e ci riesce senza troppi ostacoli. Le rosa non demordono e partono all’inseguimento, ma le difficoltà sono notevoli e Casalmaggiore non riesce a recuperare l’ormai incolmabile gap che la divide dalla squadra avversaria, che chiude sul 25-21.

Nel terzo set Casalmaggiore dimostra di non volersi fare per vinta e non smette di combattere, riuscendo a portarsi in vantaggio, di alcune lunghezze. Non abbastanza a impensierire Orto e compagne, che recuperano senza troppi problemi, anche a causa di alcun errori da parte delle rosa. Dall’altra parte anche le milanesi non brillano particolarmente e Casalmaggiore si porta sul 13.17, costringendo coach Gaspari ad un time out. Le rosa trascinano il set e riescono a mantenere il gap accumulato fino a portarsi a casa il set 25-21.

Una partenza equilibrata nel quarto set, con le due formazioni che giocano punto a punto, con qualche spunto in più da parte delle rosa, che si porta in vantaggio sull’11-9. La formazione di casa sembra decisa a voler vendere cara la pelle e non concede alle avversarie di riportarsi in pareggio. Molti gli errori da parte di Milano, che favorisce così l’escalation della Vbc. Sul 16-21 coach Gaspari chiede uno stop, che consente alle milanesi di recuperare qualche punto. Subito dopo è Pistola a fermare il gioco, ma questo non ferma il recupero delle ospiti, che raggiungono la Vbc sul 22-22. Un finale a colpi di videoceck favorevoli alle rosa, porta a chiudere il set per 26-24 a favore della formazione di casa, che porta la partita al tie break.

Nella quinta ripresa Milano prende in mano da subito le redini del gioco, portandosi in netto vantaggio sulle rosa, che sembrano arrancare, tanto che al cambio campo il risultato è 5-8 in favore della squadra ospite. Un altro punto, e coach Pistola ferma il gioco. Non basta per consentire alle rosa di tornare in partita: è Milano a chiudere sul 15-10, portandosi a casa la partita.

© Riproduzione riservata
Commenti