Cremonese
Commenta

11^ di A: Napoli sempre capolista,
la Samp scavalca la Cremonese

foto uscremonese

L’undicesimo turno di campionato è stato fondamentale per gli equilibri della classifica di Serie A. La capolista è sempre il Napoli che fa la voce grossa all’Olimpico contro la Roma e porta a casa i 3 punti grazie alla magia di Osimhen.

Vince anche il Milan, 4-1 contro il Monza, grazie ad un Brahim Diaz superlativo. I rossoneri passano grazie alla doppietta del 10 spagnolo ed alle reti di Origi e Leao, a poco serve la magia su punizione di Ranocchia per i brianzoli.

Pesantissima vittoria per la Lazio che raggiunge in classifica l’Atalanta grazie allo 0-2 del Gewiss Stadium. Zaccagni e Felipe Anderson affossano la dea e fanno sognare in grande il popolo biancoceleste.

Prima sconfitta casalinga per l’Udinese che crolla contro il Torino. Ola Aina la sblocca, Deulofeu la riporta in parità e Pellegri la decide per il definitivo 1-2.

Vittoria “pazza” per l’Inter al Franchi contro la Fiorentina. Barella e Lautaro Martinez la mettono in discesa, ma Cabral prima e Ikone poi riportano l’equilibrio. Il rigore di Lautaro riporta avanti i nerazzurri che però al 90° si fanno riprendere da Jovic. Quando tutto sembra finito è Mkhitaryan a trovare la deviazione decisiva per il 3-4 finale.

Ottima prova anche per la Juventus che supera per 4-0 l’Empoli. In gol Kean, McKennie e per due volte Rabiot. Vince il Sassuolo in rimonta sull’Hellas Verona. Al gol su cross di Ceccherini rispondono Lauriente e Frattesi.

Pesantissime vittorie di Salernitana e Bologna rispettivamente contro Spezia e Lecce. All’Arechi, nel giorno dell’addio al calcio di Ribery, la decide con una magia Mazzocchi, mentre al Dall’Ara ci pensano il solito Arnautovic e Ferguson a far respirare i rossoblù dopo un periodo negativo.

Nelle retrovie vittoria di fondamentale importanza per la Sampdoria che passa allo Zini grazie a Colley. Decisivo, nell’economia dell’incontro, il rigore parato da Audero a Dessers.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti