Pergolettese
Commenta

Pergo, il "Martelli" dice bene
Ma c'è da battere il mal di trasferta

La Pergolettese, questa Pergolettese, ha comunque tutto nella sfida, in questa sfida, per strappare punti e guarire dal mal di trasferta. Prima che il calendario impenni vertiginosamente con Pordenone e Renate, meglio mettere altro fieno in cascina.

Sfida al Mantova, sfida aperta a qualsiasi risultato: perché il Mantova è squadra pazza, in difficoltà in questo avvio di campionato, dove ha toccato anche il fondo della classifica, ma al contempo capace di superare la capolista Pordenone nel penultimo turno.

Tuttavia il “Martelli” dice bene ai colori gialloblu della Pergolettese, che l’anno scorso proprio in quello stadio hanno vinto bene, 2-0, centrando una tappa fondamentale nell’assalto ai playoff poi centrati. In realtà adesso la squadra di Villa ha un problema più serio, che proprio a Mantova potrebbe trovare una prima pillola di guarigione: superare cioè il mal di trasferta. Dei 14 punti in classifica, infatti, i ragazzi di Crema ne hanno ottenuto soltanto uno fuori casa, per la precisione ad Alessandria, sul terreno della Juventus Next Gen.

Poi soltanto sconfitte, anche se va pure sottolineato il fatto che i gialloblu hanno giocato su campi difficili come Lecco, Salò e Seregno, sempre contro squadre che sopravanzano la Pergolettese in classifica. Col Mantova è, o meglio potrebbe essere, diverso.

Terzo peggiore attacco del campionato con 9 reti fatti e difesa che è già a quota 17 come gol subiti, il secondo dato peggiore dopo quello del fanalino di coda Piacenza, il team virgiliano è allenato da Nicola Corrent, che da calciatore – e da esterno – ha conosciuto queste categorie e si è affacciato anche più su. La rosa ruota attorno a Matteo Gerbaudo, mediano al fosforo e col vizio del gol, mentre Filippo Guccione è il bomber per ogni stagione. Il rilancio difensivo deve passare dall’esperienza di Iotti e Pinton, mentre il nome clou è quello di Alejandro Rodriguez, attaccante ex serie A che però sin qui si è piuttosto nascosto, per usare un eufemismo.

La Pergolettese, questa Pergolettese, ha comunque tutto nella sfida, in questa sfida, per strappare punti e guarire dal mal di trasferta. Prima che il calendario impenni vertiginosamente con Pordenone e Renate, meglio mettere altro fieno in cascina.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti