Basket
Commenta

La Vanoli supera Latina dopo
un overtime: è poker di vittorie

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA – VANOLI BASKET 73-79

Partita più difficile del previsto per la Vanoli, anche a causa dell’infortunio che ha tenuto fuori Cannon per buona parte del match. Una Latina coriacea, con una difesa aggressiva e una buona vena in attacco, porta i laziali a vantaggi anche in doppia cifra nel corso della partita. Per tre quarti e anche nell’ultimo, gli uomini di Cavina hanno dovuto recuperare, anche a causa di percentuali inferiori al solito nel tiro da tre punti.

Sugli scudi Alibegovic che, soprattutto nella fase finale, ha segnato canestri importanti. Match risolto nell’overtime, dove la Vanoli capitalizza nei tiri liberi negli ultimi minuti e mantenendo una difesa grintosa che la fa sempre rimanere in partita nei momenti difficili.

LA CRONACA – È un primo quarto da mani fredde e qualche palla persa di troppo quello che vede la Vanoli non riuscire a trovare fin da subito il giusto ritmo partita. Latina, con grande energia e precisione, è brava a sfruttare gli errori dei biancoblù e portarsi avanti 21-12. Un mini-parziale di 5-0 targato Mobio chiude però i primi dieci minuti sul punteggio di 21-17. Due triple di Lacey e Piccoli pareggiano a 23 in avvio di secondo quarto poi Latina si riporta avanti 28-23.

I padroni di casa spingono ancora sull’acceleratore e con un gioco da quattro di Parrillo scrivono il 40-30 a due minuti dall’intervallo lungo. Cremona sbaglia 4 dei 5 liberi a sua disposizione e al 20’ è +8 Latina (43-35) con la Vanoli che limita i danni solo grazie alla tripla di Denegri sulla sirena. Un 9-2 di parziale Vanoli a inizio ripresa (45-44) costringe subito coach Gramenzi a fermare il gioco. Il time out paga i suoi dividendi e il 4-0 in uscita impone questa volta a coach Cavina di chiamare minuto. Il time out non sortisce però lo stesso effetto e Latina si riporta avanti 53-44. Alla penultima sirena è poi 55-48. Nel quarto periodo si accende Alibegovic che, insieme alla tripla di Denegri, permette alla Vanoli di rimontare sino a portarsi avanti 61-64. Risponde però Alipiev e al 40’, sul punteggio di 67-67, nulla è deciso. Servono altri cinque minuti per decretare il vincitore. Nel tempo supplementare, dopo il botta e risposta di Denegri e Rodriguez, sono le difese di Piccoli, con relativi falli subiti, e la precisione ai liberi di Eboua, Alibegovic e Caroti a farla vincere a Cremona. Finisce 73-79.

MVP – Per i numeri scritti a referto e per i canestri che hanno permesso alla Vanoli di rientrare, anche emotivamente, nel quarto periodo, Alibegovic si prende la palma di migliore in campo. 20 punti con 3/3 da due, 3 triple fondamentali e 5/7 ai liberi con 4 rimbalzi, 2 assist e 5 falli subiti per 16 di valutazione finale.

I PROTAGONISTI – La Vanoli ha in Lacey (insieme ad Eboua) il migliore per valutazione con 19, grazie ai 19 punti, i 5 rimbalzi e i 7 falli subiti. Denegri ne segna 16 con 4/7 da tre ed Eboua sfiora la doppia doppia con 9 punti e 11 rimbalzi. Le difese di Piccoli non si vedono nelle statistiche ma valgono quanto i canestri della vittoria. Latina ha in Lewis il suo miglior marcatore con 19 punti, oltre a 5 assist e 5 falli subiti ma il migliore per valutazione è Alipiev che chiude a 20, con 18 punti e 8 rimbalzi. Rodriguez ne mette 7 con 4 assist.

IL DATO – Cremona tira 11/22 da due e 14/43 da tre, oltre al 15/21 ai liberi. Latina ha invece un 14/37 da due e un 10/23 da tre, oltre al 15/19 ai liberi. A rimbalzo finisce 40 a 38 per la Vanoli che ha anche un miglior saldo palle perse/palle recuperate con 17/8 contro il 19/8 di Latina.

IL MOMENTO CHIAVE – La partita, giocata con grande intensità ed energia da entrambe le squadre, ha bisogno di cinque minuti di extratime. Qui Cremona è più lucida e grazie a una buona intensità difensiva e alla precisione ai liberi trova la vittoria.

“Tutto quello che è capitato tecnicamente, tatticamente va in secondo piano, quando si gioca con questo cuore il secondo tempo”, il commento di coach Cavina a caldo. “Nel primo tempo abbiamo subito tanto soprattutto in difesa, cosa che non ci capita di solito, ma la nostra reazione emotiva, a livello mentale, nel secondo tempo è da grande squadra. E’ chiaro che per  noi l’assenza di Cannon è importante, ma abbiamo comunque tanti giocatori che si sono fatti trovare pronti.

Le cose più buone le abbiamo fatte in difesa nel secondo tempo, dove abbiamo difeso con grande cuore e precisione soprattutto quando abbiamo cambiato l’idea difensiva nel pic and roll; in attacco gli errori più grandi sono venuti quando sul +5 alla fine del tempo regolamentare potevamo gestirla in maniera diversa. Ma sul campo c’erano anche gli avversari, Latina ha fatto una grandissima partita, averla vinta ci dà spinta ed energia. Lo ripeto, una mentalità da grande squadra”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti