Volley
Commenta

Volley A2, attesa per il derby
Condina: "Chromavis pronta"

Nella foto di Matteo Benelli, il direttore generale del Volley Offanengo Stefano Condina - a sinistra - con il presidente Cristian Bressan

Un esordio storico nella categoria con un carico emotivo supplementare regalato dal fattore-derby. La Chromavis Eco DB si prepara alla sua prima partita della storia in A2 femminile, con l’appuntamento in programma sabato alle 17,30 al PalaRadi di Cremona, teatro del derby provinciale contro l’Esperia Cremona in una sfida territoriale tra due neopromosse. Sulla sponda neroverde, a fare il punto della situazione è il direttore generale del Volley Offanengo Stefano Condina.
Come arriva Offanengo a questo primo storico impegno in serie A?
“Emozionata ma pronta. Staff e squadra hanno lavorato tanto in questo periodo e si è creato un buon gruppo, poi ovviamente c’è ancora molto da fare e perfezionare. Daremo il massimo come sempre, partita dopo partita. Anche fuori dal campo, partendo dal presidente Cristian Bressan, tutti i dirigenti hanno lavorato quotidianamente per farsi trovare pronti anche dal punto di vista organizzativo e possiamo dire di essere a buon punto”.
L’esordio sarà al contempo un derby tra neopromosse: è un fattore emotivo in piu che si somma a quello del debutto?
“Lo sport è fatto di emozioni e un derby è sempre una partita particolare. Ci conosciamo bene con l’Esperia e abbiamo fatto lo stesso cammino la scorsa stagione festeggiando entrambi il 4 giugno la promozione fuori casa, noi decisamente più lontani (a Palau, in Sardegna, ndc). In più ci sarà sicuramente tanto pubblico e questo è bello per entrambe le squadre. Poi c’è rivalità come è giusto che sia ma anche stima reciproca tra noi dirigenti”.
Come vedi l’Esperia, rinnovata sul mercato dopo la promozione?
“Secondo me i dirigenti si sono mossi bene sul mercato, con idee chiare. Hanno preso subito due straniere estoni di valore e giocatrici esperte della categoria come Rossini e Buffo oltre a giovani interessanti come Pasquino e Ferrarini che la serie A l’hanno già disputata, mantenendo anche due certezze dell’anno scorso come Coppi e Zampedri. Un buon organico che punta sicuramente a far bene con una allenatrice come Valeria Magri che conosco da tanti anni e che ha già dimostrato di saper vincere”.
Quali potranno essere le chiavi del match?
“Secondo me chi saprà prima scrollarsi di dosso l’emozione dell’esordio sarà avvantaggiata, ma detto questo mi aspetto una partita combattuta come succede nei derby. Ci vorranno determinazione, grinta, insomma il giusto atteggiamento fin dai primi palloni, ma poi credo che la chiave migliore sia sempre quella di divertirsi, perché alla fine è un gioco”.

© Riproduzione riservata
Commenti