Cremonese
Commenta

Cremonese, i senatori
nuovi protagonisti

foto uscremonese

Se il 4-2-3-1, seppure con principi molto diversi da quelli implementati da Fabio Pecchia, aveva dato una spolverata amarcord alla partita pareggiata dalla Cremonese a Lecce, in Salento Massimiliano Alvini ha scelto anche di affidarsi a molti degli eroi della promozione nel massimo campionato.

Per la prima volta in campionato la formazione iniziale scelta dal tecnico di Fucecchio era composta in prevalenza dai senatori. Ben 6 titolari, infatti, erano già in rosa nella passata stagione: Bianchetti, Sernicola, Valeri, Castagnetti, Zanimacchia e Ciofani. Nella ripresa, con l’ingresso di Buonaiuto, anche se per pochi minuti, si è toccata quota 7.

Un dato, in realtà, già raggiunto contro il Torino, quando però ad iniziare il match erano stati solo in quattro e con un minutaggio complessivo inferiore. A Lecce, infatti, sono stati accumulati 531 minuti dagli eroi della B, contro i granata 395 (secondo dato più alto del campionato grigiorosso).

Il minutaggio complessivo inferiore è stato invece registrato contro il Sassuolo (192 minuti), con due soli titolari e cinque senatori coinvolti nell’arco del match. Contro l’Atalanta, anche se sono rimasti in campo per più minuti, invece il minor impiego dei giocatori della cavalcata in Serie A: quattro in tutto, di cui due dal primo minuto.

Curiosamente, si tratta anche delle partite in cui la Cremonese aveva ottenuto i suoi unici punti prima della gara contro il Lecce che ha segnato un’inversione di tendenza netta in questo senso, sebbene già contro la Lazio il minutaggio era tornato a salire (347 minuti, terzo dato più alto).

Ora bisognerà vedere se si è trattato di un cambiamento strutturale o legato alle contingenze del match. Quel che è certo è che Sernicola e Valeri si stavano già ritagliando un ruolo importante anche prima della sosta nello scacchiere di Alvini e che Castagnetti era stato il punto di riferimento per tutto il precampionato prima di infortunarsi in Coppa Italia e prima che il mercato venisse completato.

Zanimacchia è stato tra i più utilizzati sinora e con il ritorno sulla corsia di destra è facile prevedere anche un ulteriore incremento nel minutaggio. Più difficile, invece, immaginare un impiego sistematico da titolari per Ciofani e Bianchetti. Il difensore appare dietro a Chiriches nelle gerarchie, come la punta sembra destinata a dare il cambio a Dessers. Sempre che la gara di Lecce non abbia cambiato tutto.

© Riproduzione riservata
Commenti