Pergolettese
Commenta

Pergo, Moccagatta ci cova?
Contro la Juve baby esordio di Villa

In rosa pure Rafia, ex Cremonese, Kaio Jorge, sin qui oggetto misterioso in serie A. L’elemento invece più esperto, nonché più rappresentativo è il classe 1989 Simone Iocolano, che fa da fuoriquota.

Nella foto il "Moccagatta"

La prima di Alberto Villa sulla panchina della Pergolettese coincide con la trasferta di Alessandria: al “Moccagatta” la squadra gialloblu affronta la Juventus Next Generation, ex Juventus Under 23, ossia la prima – e sin qui unica – società in Italia ad avere sfruttato questa opportunità, quella cioè di creare una squadra B che possa crescere nel calcio adulto i ragazzi del vivaio bravi, ma magari non ancora pronti per il grande salto.

Come tutte le squadre giovani e di qualità la Juventus Next Generation è difficilmente decifrabile e dunque va presa con le pinze: anche i precedenti non aiutano più di tanto, con una curiosità che risiede nel fatto che i gialloblu hanno fatto punti più facilmente fuori casa, contro i bianconeri, che non tra le mura amiche. Un precedente che, in questo senso, fa ben sperare, anche se quest’anno in trasferta la Pergolettese deve ancora sbloccarsi.

Si gioca domenica alle 17.30 contro una formazione che ha un punto in meno di gialloblu, ma che ha pure giocato una partita in meno. Allenata quest’anno dall’ex serie A a Parma e Torino Massimo Brambilla, la Juventus Next Generation sin qui si è appunto nascosta un po’ ma negli obiettivi della vigilia aveva indicato la possibilità di stare in alto, o comunque nei primi 5-6 posti.

E se Iling è il bomber della squadra, ecco che teoricamente in rosa ci sarebbe anche Fabio Miretti, che però è ormai in pianta stabile nella Juventus di Allegri. In rosa pure Rafia, ex Cremonese, Kaio Jorge, sin qui oggetto misterioso in serie A. L’elemento invece più esperto, nonché più rappresentativo è il classe 1989 Simone Iocolano, che fa da fuoriquota.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti