Pergolettese
Commenta

Pergo, a Lecco si può tentare
il bis: l'autostima ora è alta

Per l’intera serie C è il anche il primo confronto stagionale con un doppio match in pochi giorni. Come già alla prima giornata, infatti, l’intero programma si gioca di sabato, a parte Pordenone-Juventus Next Generation anticipata venerdì, perché poi martedì si torna in campo. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Nella foto l'ultima sfida vinta dal Lecco 3-0

Cercare il bis, sapendo che sarà più dura. Perché Lecco è un campo difficile, storicamente, per la Pergolettese e perché nel campionato dove anche le big stentano (il Padova è partito male, la Triestina pure), è normale che si possa faticare a prendere continuità. Intanto però la squadra, ancora allenata da Fabbro in attesa di una decisone societaria sulla guida tecnica, ha l’occasione di mettere ulteriore fieno in cascina, sia per quel che concerne la classifica sia per quello che riguarda l’entusiasmo e l’autostima.

Il Lecco viene dal pareggio con la Virtus Verona ed è una squadra che – dopo il ritorno in C – ha faticato un po’ il primo anno e poi ha sempre galleggiato ad altezza playoff. Guidata da Alessio Tacchinardi, che a Crema tutti conoscono molto bene per le precedenti esperienze sia alla Pergolettese che al Crema 1908, la formazione blu-celeste ha alcuni nomi di esperienza che costituiscono la spina dorsale dell’undici come Celjak e Marzorati in difesa, Maldonado e Lepore nel mezzo ed Eusepi in attacco. Presente anche un fresco ex, Stefano Girelli.

Per l’intera serie C è il anche il primo confronto stagionale con un doppio match in pochi giorni. Come già alla prima giornata, infatti, l’intero programma si gioca di sabato, a parte Pordenone-Juventus Next Generation anticipata venerdì, perché poi martedì si torna in campo e la Pergolettese giocherà al “Voltini” alle ore 21 con l’Albinoleffe. Ma un impegno alla volta: sabato alle 17.30 la Pergolettese può fare un altro passo deciso nel suo processo di maturazione, dopo la vittoria all’esordio col Piacenza.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti