Cremonese
Commenta

Cremonese, intervista integrale
Giacchetta racconta il mercato

"Carnesecchi voleva tornare, ma il titolare è Radu. Dessers e Pickel le trattative più complicate"

Ai microfoni di Cremona1, il direttore sportivo della Cremonese Simone Giacchetta fa il punto sul mercato grigiorosso. Numerose le operazioni portate a compimento: “Sono state tante, è stato un mercato difficile, molto particolare e pieno di insidie. Pensiamo di aver fatto quel che dovevamo fare in linea con le nostre possibilità e ambizioni”.

Sull’influenza avuta da queste prime quattro giornate, il ds chiarisce: “Le caratteristiche le sapevamo già, magari queste partite ci hanno aiutato a fare delle valutazioni sui giocatori che già c’erano e a vedere se riuscivamo a prendere dei giocatori che potessero integrarsi bene con le caratterstiche che avevamo già all’interno della rosa. I trasferimenti internazionali sono stati tutti particolari: la trattative per Dessers non è stata semplice, ma anche quella di Pickel”.

Giacchetta spiega poi il ritorno di Carnesecchi e quelli mancati di Fagioli e Gaetano: “Marco voleva fortemente ritornare alla Cremonese, chiedendoci la possibilità di provare la Serie A pur riconoscendo che il nostro portiere titolare è Radu per cui la scala gerarchica l’abbiamo fatta da tempo. Fagioli e Gaetano li abbiamo seguiti molto durante il mercato, ma i loro club ci hanno sempre detto che erano sotto osservazione e non potevamo aspettare all’inifinito la disponibilità dei club e quindi la possibilità di riaverli”.

nel video l’intervista integrale realizzata da Simone Arrighi

© Riproduzione riservata
Commenti