Cremonese
Commenta

Partite allo Zini, stop a vendita
e somministrazione di alcolici

Vietata la vendita per asporto e la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, in occasione delle partite del campionato di calcio di serie A 2022/2023, durante quelle della Coppa Italia nonché durante le amichevoli disputate presso lo stadio Zini, sia presso i punti ristoro interni allo stadio sia nei pubblici esercizi e negli esercizi commerciali in sede fissa e su aree pubbliche nelle zone adiacenti lo stadio.

A determinarlo è un’ordinanza del sindaco, Gianluca Galimberti, emessa in queste ore in seguito a un’altra ordinanza del Questore: poiché la serie A comporta un abbondante afflusso di pubblico, decisamente superiore al passato, si rende necessario garantire le esigenze di sicurezza e tutela della pubblica incolumità con un’azione ancora più incisiva.

Il divieto inizia due ore prima della partita e termina due ore dopo, e si estende anche alla vendita o somministrazione di qualsiasi bevanda in bottiglia di vetro, ma anche di plastica o in lattina se sigillata o con tappo. Questo per evitare che qualche contenitore possa essere utilizzato come “arma impropria” o lanciato in campo.

Ad essere interessati dall’ordinanza, oltre ai punti vendita interni allo stadio o attorno ad esso. In particolare, quindi, i ristoranti, bar ed esercizi commerciali nelle vie: Ghisleri, Brescia, Mantova, Persico, Degli Opifici, Dell’Innovazione Digitale, Cappuccini,  Beato Enrico Rebuschini, Del Macello, Esilde Soldi, Dante Ruffini, Cavo Cerca, Decia, Cascina Corte, Ferrabò, Dante, Trento e Trieste, Matteotti, piazza Libertà e piazza San Michele. I locali interessati, dovranno quindi esporre un cartello che specifichi il divieto di somministrazione e asporto di alcolici.

Vi sono, ovviamente, delle deroghe: presso le medie e grandi strutture di vendita sarà consentito lo svolgimento della normale attività di vendita di bevande non alcoliche in plastica e lattine nell’ambito della normale spesa delle famiglie. Inoltre, è sempre consentita la  somministrazione di alcolici inferiori a 21 gradi e bevande varie anche in contenitori di vetro, nell’ambito dell’attività di ristorazione.

Naturalmente permane il divieto di introdurre all’interno dello stadio bottiglie, contenitori di vetro in genere, lattine sigillate e bottiglie di plastica con tappo, in qualsiasi orario e giorno in cui vengano organizzati incontri di calcio. Per la violazione della normativa illustrata nell’ordinanza, è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 100 euro.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti