Altri Sport
Commenta

Europei, 4x100: senza Desalu e
i big, fuori dopo ricorso turco

foto Fidal

Sembrava avercela fatta l’Italia. Per un pelo, ma la staffetta azzurra si era qualificata con la 4×100 formalmente campionessa olimpica in carica, per la finale europea prima che venisse accolto il ricorso della Turchia e fosse consentito ai turchi di ripetere in solitaria la prova.

Nella semifinale soltanto Lorenzo Patta ha corso dei quattro che hanno vinto a Tokyo. Le assenze di Tortu, Jacobs e ovviamente del “nostro” Desalu hanno pesato dal punto di vista della prestazione, dato che l’Italia si è qualificata con l’ultimo tempo (39.02).

Un crono rivelatosi insufficiente perché, come detto, la Turchia ha presentato ricorso per un presunto danneggiamento ricevuto da parte della Finlandia e le è stato consentito di ripetere la prova in solitaria. La staffetta turca ha chiuso questa prova “supplementare” stampando un 38.98 che dunque ha escluso gli Azzurri dalla finale per soli 4 centesimi.

L’interrogativo che si pone è perché Desalu e Tortu non siano stati schierati, tenendo conto che Jacobs era stato fermato da un lieve infortunio. La risposta è arrivata dalla comitiva azzurra: Desalu dopo la semifinale dei 200 metri ha accusato un po’ di crampi e, visto il tempo limitato per recuperare le energie, lo staff azzurro ha preferito non rischiarlo e preservarlo per la finale.

Probabilmente un ragionamento simile è stato fatto anche per Tortu. Ecco perché sia Desalu sia Tortu (e si spera anche Jacobs) avrebbero dovuto fare parte della 4×100 “titolare” nella finale che si correrà domenica alle 21.12. Una finale che, dopo la beffa odierna, vedrà gareggiare i turchi e non l’Italia.

© Riproduzione riservata
Commenti