Cremonese
Commenta

Un'ottima Cremonese crolla a
Firenze all'ultimo minuto

Un errore pesantissimo di Radu allo scadere condanna la Cremonese alla prima sconfitta stagionale. I grigiorossi, in dieci uomini per più di un tempo, sprecano una grande occasione per conquistare un punto su un campo difficile come quello di Firenze.

Nella prima frazione è successo di tutto: al 16′ è Bonaventura a sbloccare la gara, ma la Cremonese, nonostante l’impatto difficile con la Serie A, è stata abile nel reagire e trovare al 19′ il pareggio con Okereke.

Al 34′ sono stati ancora i viola a passare in vantaggio con il nuovo innesto Jovic, ma l’episodio ancor più decisivo per i grigiorossi è stata con ogni probabilità l’espulsione di Escalante a ridosso della fine del primo tempo.

La Cremonese è entrata però in campo nella seconda frazione con un’altra mentalità, meno attendista e più spregiudicata nonostante l’inferiorità numerica. Questo tipo di atteggiamento ha ripagato gli sforzi dei grigiorossi che al minuto 68 sono riusciti a trovare nuovamente il pari grazie al capitano Bianchetti, abile nel superare Gollini sugli sviluppi di un corner calciato dal subentrato Buonaiuto.

I minuti successivi sono stati caratterizzati da attimi di enorme sofferenza per i grigiorossi che però si sono resi pericolosi in particolare con Dessers che, a tu per tu con Gollini, ha mandato il pallone sopra la traversa nel tentativo di pallonetto.

A pochi secondi dal termine del match arriva la beffa: Mandragora dal limite dell’area mette un pallone insidioso destinato a finire all’incrocio dei pali e Radu, ben posizionato, tenta la presa anziché respingere la sfera, finendo di fatto con la palla in porta e condannando la Cremonese alla sconfitta per 3-2.

Nonostante la sconfitta sono molte le indicazioni positive: dalla mentalità e filosofia di Alvini, all’ottimo impatto dei nuovi arrivati, tanti fattori che purtroppo non hanno portato il primo punto in classifica ai grigiorossi.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti