Volley
Commenta

Chromavis Abo, Galletti
confermata in regia

Dopo aver presentato i primi due volti nuovi (Giulia Bartesaghi e Francesca Trevisan), il Volley Offanengo avanza nelle conferme nel roster targato Chromavis Abo che parteciperà per la prima volta al campionato di A2 femminile dopo la promozione centrata nei play off di B1. Il sodalizio del presidente Pasquale Zaniboni annuncia la conferma della palleggiatrice Giulia Galletti, che si appresta così a vivere il secondo anno in maglia neroverde. Bolognese classe 1999, è stata tra le protagoniste della promozione e ora torna nel secondo campionato nazionale “rosa”, già disputata con Sassuolo, Marsala e Macerata, oltre a vivere per due mesi il clima di A1 con la Unet E-Work Busto Arsizio.

“Giulia – spiega il direttore sportivo della Chromavis Abo Stefano Condina – è stata una scommessa vinta in B1 venendo da campionati dove aveva ricoperto il ruolo di seconda palleggiatrice anche se in categoria superiore. Il merito è suo perché ha sempre lavorato tanto senza mai risparmiarsi in ogni allenamento. Proseguiamo consapevoli che adesso ci sarà un altro gradino da scalare, un’altra categoria dove da titolare non ha mai avuto l’occasione di esprimersi ma, se rimarrà umile come l’ho conosciuta nella scorsa stagione e con la stessa voglia di migliorarsi giorno dopo giorno, sono sicuro potrà far bene. Insieme a coach Giorgio Bolzoni, la scelta sul suo profilo è maturata subito nelle prime ore dopo la vittoria a Palau e la stessa Giulia ha sposato immediatamente il progetto; oggi siamo felici di ufficializzarla”.

“E’ stato bello – le parole della giocatrice – terminare con una promozione un anno impegnativo e che resterà per sempre nei ricordi. A inizio stagione nessuno poteva credere in questo risultato, che è diventato realtà grazie al lavoro, che paga sempre. Ho scelto di rimanere a Offanengo per diversi motivi: desideravo continuare il percorso iniziato lo scorso anno, la conferma di coach Giorgio Bolzoni con cui mi sono trovata molto bene e anche continuare a vivere un ambiente e una società che ci hanno dato tanto. Personalmente, ritrovo la serie A2 e arrivo cresciuta soprattutto a livello mentale, grazie a un anno importante in B1 che mi è servito. Mi fa piacere ritrovare anche diverse compagne di squadra: la continuità è un fattore importante”.

© Riproduzione riservata
Commenti