Volley
Commenta

Chromavis Abo, Anello:
"Sarà una partita diversa"

Entra sempre più nel vivo l’avventura playoff della Chromavis Abo, che sabato alle 20,30 scenderà in campo a Legnano nel match d’andata della seconda fase della post-season di serie B1 femminile affrontando la Fo.Co.L , mentre il ritorno si giocherà sabato 21 maggio alle 21 al PalaCoim di Offanengo.

La squadra di Giorgio Bolzoni arriverà all’appuntamento – al pari delle avversarie – con due settimane piene di lavoro, giunte dopo il big match di fine regular season perso in casa contro Lecco (1-3) che ha visto il sorpasso finale dell’Acciaitubi Picco Lecco al primo posto, mentre Offanengo ha chiuso seconda vedendo terminare a 17 l’incredibile striscia di vittorie consecutive. A fare il punto della situazione è la giovane centrale Letizia Anello, classe 2002 e una delle protagoniste del cammino stagionale della formazione cremasca.

“Abbiamo metabolizzato presto – spiega la giocatrice valdostana, al suo primo anno a Offanengo – il ko contro Lecco, anche se era un po’ particolare dopo 17 vittorie a fila. Abbiamo ripreso subito ad allenarci normalmente, con la giusta tensione, lavorando sugli aspetti che non hanno funzionato e in generale come nelle altre settimane toccando le tante tematiche di gioco”.

All’orizzonte, l’avventura play off che partirà sabato. “Conosceremo meglio in settimana Legnano, ma credo sia una partita diversa da quelle stagionali arrivando ai playoff, anche se già la sfida contro Lecco di fatto ci ha fatto respirare questa aria speciale. Sarà importante far bene il nostro gioco, in particolare la fase break tra battuta e muro-difesa”.

Infine, il focus personale. “Sono contenta, mi sento migliorata da inizio anno e credo che i progressi abbiano riguardato un po’ tutti i fondamentali. La tecnica che coach Bolzoni e lo staff mi insegnano aiuta molto poi in partita. E’ il mio primo anno nei play off di B1 ed è una grande emozione. Giocheremo gara uno in trasferta e sarà importante già lasciare il segno prima di tornare in campo in casa”.

© Riproduzione riservata
Commenti