Pergolettese
Commenta

Pergo, che peccato! Varas sbaglia un
rigore, lo 0-0 qualifica la Pro Vercelli

La legge dei playoff - che impone alla peggior classificata di vincere entro i 90’ - costa cara ai gialloblu, comunque artefici di un grande finale di stagione, chiuso con nove risultati utili di fila (cinque vittorie e quattro pareggi, compreso quello costato l'eliminazione).

Nella foto Rizzo para il rigore di Varas

La Pergolettese esce al 1° turno playoff di serie C: pesa l’errore di Varas, che si fa parare al 75’ del match in casa della Pro Vercelli il rigore del vantaggio e della possibile (a quel punto) qualificazione. Ottima comunque la prova dei ragazzi di Mussa, che hanno tenuto testa a una squadra giunta 9 punti e tre posizioni sopra in campionato. Finisce 0-0.

Ad un rigore, dunque, dalla prosecuzione del sogno. Il primo a provarci è Della Morte per i locali al 4’, palla fuori di un soffio. Risponde la Pergolettese al 27’: Scardina da sinistra trova Morello in area, che controlla e alza di poco la girata.

Quando al 40’ Bunino sfonda da sinistra e si accentra, ci vuole un grande Soncin per murare il possibile vantaggio locale. Dall’altra parte risponde il collega Rizzo, poi protagonista nella ripresa, che alza sopra la traversa la botta di Morello, azionato da un errore difensivo dopo il rimbalzo del pallone.

Ripresa: dopo 12 minuti Soncin dice no di piede a Bruzzaniti e il portiere gialloblu è decisivo anche su Comi, ben servito in verticale in area al 66’. Al 72’ la Pergolettese si fa quasi male da sola, sbagliando l’uscita dal basso, con Comi che serve Panico, ma l’attaccante allarga la botta.

Sul minuto 75 si concentrano tutti i rimpianti gialloblu: fallo di mano in area, in caduta, di un difensore locale. Per l’arbitro è rigore ma Varas calcia male, forse sentendo la tensione, e Rizzo para. La Pro Vercelli, passata la paura, sfiora il vantaggio con la zuccata di Cristini in retromarcia, che coglie l’incrocio dei pali al 79′. Poi la Pergolettese spinge fino al 94′, ma il cammino playoff con lo 0-0 finisce qui.

La legge dei playoff – che impone alla peggior classificata di vincere entro i 90’ – costa infatti cara ai gialloblu, comunque artefici di un grande finale di stagione, chiuso con nove risultati utili di fila (cinque vittorie e quattro pareggi, compreso quello costato l’eliminazione).

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti