Vbc
Commenta

Vbc Casalmaggiore in partenza per
missione umanitaria in Ucraina

Dallo sport alla solidarietà spesso il passaggio è breve: è partita poche ore fa la spedizione organizzata dalla Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore per raggiungere Medyka, un comune polacco al confine con l’Ucraina, allo scopo di portare aiuto alle popolazioni colpite dalla guerra, sotto forma di generi alimentari di lunga durata, latte in polvere e medicinali. E anche alcuni disegni realizzati dai bambini delle scuole elementari di Vicobellignano, che hanno voluto mandare un messaggio di pace ai bimbi ucraini.

Non è tutto: tramite il contatto con la giocatrice Polina Rahimova, originaria del Donbass, la missione cremonese si occuperà di portare in salvo una giocatrice di pallavolo ucraina con le sue due figlie adolescenti, che attualmente stanno cercando di scappare dal conflitto che ha messo in ginocchio il loro Paese. Ma ci saranno anche altre persone da recuperare, e per questo la missione si addentrerà anche nei confini ucraini, al fine di raggiungere un campo profughi.

La società sportiva cremonese ha raccolto con entusiasmo l’iniziativa promossa dalla Lega Volley Femminile, per fornire un aiuto concreto, dimostrando una volta di più il grande cuore di chi gravita nel mondo dello sport. Da Casalmaggiore partiranno quindi due pulmini e quattro dirigenti: Giovanni Ghini, Luciano Toscani, Davide Benvenuti (dell’azienda Isotta, sponsor della società) e Silvio Paroli. In moltissimi a Casalmaggiore hanno raccolto l’appello della società e hanno donato ogni genere di cose, fino a riempire completamente i mezzi di trasporto.

Complessivamente sono sei le società di volley che hanno aderito all’appello della Lega, e che partiranno in questa carovana di aiuti. La missione durerà alcuni giorni, e il gruppo sarà di ritorno giovedì.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti