Pergolettese
Commenta

Pergolettese, col Trento clima
già da ultima spiaggia?

Spiccano, tra i singoli, oltre all’ex Juve Pasquato già in rete all’andata su punizione, il mediano col vizio del gol Belcastro e, sempre davanti, l’ex Cremonese Riccardo Bocalon.

Non è ancora l’ultima spiaggia, ma il terreno sotto i piedi scotta come la sabbia a Ferragosto, anche se siamo soltanto a metà marzo: la Pergolettese si gioca molto domenica alle 14.30 al “Voltini” contro il Trento. L’ennesimo scontro diretto, l’ennesimo scontro salvezza, cercando stavolta di migliorare il passo, anche perché se è vero che la zona tranquillità è soltanto un punto sopra, allo stesso tempo l’ultimissimo posto è tornato purtroppo molto vicino, due sole lunghezze sotto i gialloblu.

Tre ko di fila, due di questi in scontri diretti, e l’opportunità di rialzarsi contro un Trento già battuto all’andata, in trasferta, per quella che all’epoca fu la prima vittoria fuori casa dei gialloblu. Soltanto 23 gol fatti per i gialloblu trentini, che hanno rivisto il professionismo dopo parecchi anni, secondo peggiore attacco, ma anche una buona tenuta difensiva, con 30 reti subite, un dato che accomuna il Trento stesso alle prime della classe, SudTirol ovviamente a parte, dato che la capolista è fuori classifica per quanto concerne l’ermetismo.

In trasferta il Trento brilla meno che in casa, dato che lontano dalle mura amiche ha conquistato 7 punti in meno. Tuttavia l’ultimo successo è giunto proprio in trasferta, in casa del Fiorenzuola, per 2-1 quattro turni fa. Poi sono seguiti un pareggio, di prestigio contro il Padova, e due ko di fila: accettabile quello di Salò, molto meno quello col Legnago Salus ultimo in classifica e rilanciato proprio da quella vittoria (un risultato scomodo anche per la Pergolettese, per inciso).

Spiccano, tra i singoli, oltre all’ex Juve Pasquato già in rete all’andata per il momentaneo 1-1, il mediano col vizio del gol Belcastro e, sempre davanti, l’ex Cremonese Riccardo Bocalon. Contro una squadra però a trazione difensiva, serviranno pazienza e fantasia. Soprattutto servirà una Pergolettese che non si vede da un po’ di tempo.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti