Basket
Commenta

Galbiati: "Reggio squadra che
non molla mai, servirà energia"

FOTO SESSA

Dopo la vittoria nel recupero infrasettimanale contro la GeVi Napoli, la Vanoli Cremona è chiamata a un nuovo impegno casalingo, domenica 13 marzo alle ore 19:00. Al PalaRadi arriverà la Unahotels Reggio Emilia. Queste le parole di presentazione dell’incontro da parte di coach Paolo Galbiati: “Siamo a presentare la sfida di domenica con Reggio Emilia che è, ed è un complimento, la tipica squadra di Coach Attilio Caja. Sono solidi, sono duri, sono intensi, sono aggressivi, sono cattivi e hanno la grande qualità di non mollare veramente mai.

Stanno facendo un bellissimo percorso in Coppa e un’ottima stagione in campionato. Hanno tante armi a disposizione e per noi sarà importante avere lucidità e voglia di passarci la palla molto più di quello che abbiamo fatto anche mercoledì. Dovremo inoltre essere bravi a leggere il loro tipo di difese e bravi ad attaccare le soluzioni tattiche che coach Caja ci proporrà.

Difensivamente dovremo mettere tanta energia in campo, dovremo essere tosti e tatticamente preparati. Avremo in più Adas Juskevicius che si sta inserendo bene ed è arrivato a Cremona in buone condizioni di forma. Chiaramente, con lo staff tecnico, stiamo facendo delle valutazioni su chi domenica dovrà lasciargli il posto. Speriamo che, anche con l’aiuto del nostro pubblico, ne esca una bella partita dove noi faremo di tutto per vincere”.

Domenica al PalaRadi si terrà inoltre un “Teddy Bear Toss” insolito e speciale, iniziativa benefica che di solito ha luogo nel periodo natalizio. I pupazzi, lanciati verso il campo dopo il primo canestro su azione dagli spettatori, non verranno consegnati ai reparti pediatrici degli ospedali limitrofi, ma saranno destinati ai bambini ucraini che stanno vivendo l’orrore della guerra.

I peluche donati, insieme al resto del materiale raccolto dalla Protezione Civile, verranno trasportati direttamente in Ucraina dalla famiglia Bykovskyy di Malagnino che ha deciso di acquistare alcuni mezzi blindati per aiutare il popolo ucraino a sorvegliare le strade della città natale, dove vivono ancora parenti e familiari. Una iniziativa per esprimere solidarietà alle vittime della guerra che si unisce a quella promossa da LegaBasket che prevede, durante l’esecuzione dell’inno nazionale italiano, la trasmissione sui led a bordocampo di un’animazione con la bandiera ucraina.

 

© Riproduzione riservata
Commenti