Vbc
Commenta

Vbc ko tra le mura amiche
del PalaRadi: 2-3 contro Roma

Fotoservizio Sessa

Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore – Acqua e Sapone Roma 2-3 [25-22; 29-31; 25-18; 19-25; 9-15]

CASALMAGGIORE: Ferrara, Braga 26, Bechis 2, Mangani, Carocci, Guidi 8, White, Malual 18, Shcherban 23, Szucs, Di Maulo, Zambelli 7, Davoli.
All: Volpini, Zagni.

ROMA: Bugg 3, Klimets 2, Cecconello 11, Trnkova 14, Stigrot 38, Pamio, Venturi, Rebora 1, Arciprete, Decortes 14, Avenia, Bucci, Rabadzhievan 3.
All. Saja-Mafrici.

Una sconfitta pesantissima quella di questa sera per la Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore, contro la Acqua e Sapone Roma, giocata di fronte ai circa 900 spettatori del PalaRadi. Un 3-2 che regala una solo punto alla squadra di casa, mettendola in una posizione piuttosto precaria in classifica.

Partenza non senza qualche difficoltà per le rosa, che lasciano troppi spazi alla formazione laziale, consentendole di scappare in avanti. Si tratta però solo di un momento: con grande determinazione le rosa si gettano all’inseguimento e si portano sul 6-6. L’incontro prosegue punto a punto, anche se Roma si rivela insidiosa per le rosa, riuscendo a tenersi un passo avanti. Casalmaggiore risponde con una buona dose di fantasia, che spiazza le avversarie, e con un muro che finalmente sembra funzionare. Sul 15-12 coach Saja chiede il primo time out. Questo non ferma le rosa, che hanno ormai ingranato la quarta. La formazione ospite tuttavia non vuole demordere, e cerca di buttarsi all’inseguimento, inducendo coach Volpini a chiedere due time out ravvicinati, sul 21-17 e sul 21-19, che sbloccano le rosa dall’impasse e le portano a conquistare il set 25-22.

Nella ripresa le due squadre dimostrano un certo equilibrio e giocano punto a punto. Roma difende meglio e cerca di fuggire in avanti, portandosi sul 9-11, ma le rosa non si fanno intimidire e le restano alle costole. Le romane ingranano di nuovo la quarta e si portano sul 16-19, costringendo le padrone di casa a stringere i denti e a rimettersi all’inseguimento. Sul 20-22 coach Volpini chiede lo stop per cercare di ribaltare la situazione. Una tattica vincente: Casalmaggiore raggiunge Roma sul 22-22 e stavolta è coach Saja a chiedere il time out. Subito seguito da una seconda richiesta di stop da parte dell’allenatore rosa dopo un altro punto della Roma, a riprova della grande tensione che caratterizza la partita. Il finale di partita è uno stillicidio, che porta alla vittoria della Roma per 29-31.

Nel terzo set la Vbc parte sprint e si porta subito in vantaggio, ma la formazione avversaria si mette subito all’inseguimento. Casalmaggiore ci crede e ingrana la quarta, portandosi sul 10-6 e inducendo coach Saja al primo time out. Questo non blocca lo sprint cremonese: le rosa continuano a fare punti e mantengono salda la posizione di vantaggio, allargando il gap che le separa dalle avversarie. Roma prova a recuperare, ma commette molti errori e questo la condanna, consentendo a Casalmaggiore di chiudere 25-18.

Il quarto set parte in equilibrio: le fue formazioni giocano punto a punto, senza cedere, tuttavia è poi la Roma a metterle freccia e a portarsi in vantaggio, costringendo le rosa all’inseguimento. Sul 10-13 coach Volpini chiede il time out e cerca di riportare l’attenzione delle ragazze sul gioco. Questo non basta tuttavia per ribaltare il risultato, tanto che sul 12-16 arriva il secondo stop. La Trasporti Pesanti dimostra però un momento di difficoltà notevole, che non le consente di riprendersi e di ritrovare il giusto sprint: è infatti Roma a conquistare il set, con 25 punti a 19.

Nel tie breack le padrone di casa sono ancora in difficoltà, e Roma ne approfitta infilando un punto dietro l’altro, e inducendo l’allenatore rosa a fermare il gioco sul 5-8 e poi di nuovo sul 6-10. La Vbc sembra aver perso concentrazione e continua a fare errori. Senza più rientrare in partita. Il verdetto è positivo per Roma, che chiude il set 9-15, portandosi a casa due preziosi punti partita, mentre Casalmaggiore deve accontentarsi di uno.

© Riproduzione riservata
Commenti