Calcio
Commenta

Covid, il CRL caldeggia la sospensione di
ogni attività giovanile fino al 9 gennaio

La decisione, dunque, tocca da vicino soltanto i centri federali e la Winter Cup ma come spiega Pier Carlo Moretti, dirigente dell’Offanenghese e delegato assembleare, di fatto si fa appello al buon senso delle società per quanto concerne il settore giovanile per una decisione che sarà in vigore fino al 9 gennaio. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Il Covid si diffonde, con meno ospedalizzazioni ma contagi comunque alti e anche il Comitato Regionale Lombardia corre al riparo per il calcio, e in particolare per il calcio giovanile. Non vi è alcun obbligo, ma un caldo invito a sospendere l’attività, come spiega il sito ufficiale del CRL.

“Considerata l’evoluzione della situazione relativa alla diffusione del contagio da Covid-19 e l’aumento pandemico rilevato – si legge -. il Coordinatore del Settore Giovanile Scolastico FIGC Lombardia Mauro Spoldi, sospende le attività tecniche-educative presso i sei Centri Federali Territoriali della Lombardia e rinvia a data da destinarsi l’attività del Calcio a 5 con il Torneo Winter Cup. In questo periodo così delicato, invitiamo inoltre le Società a sospendere le attività sportive ed in ogni caso a seguire con attenzione i protocolli vigenti”.

La decisione, dunque, tocca da vicino soltanto i centri federali e la Winter Cup ma come spiega Pier Carlo Moretti, dirigente dell’Offanenghese e delegato assembleare per il CRL, di fatto si fa appello al buon senso delle società per quanto concerne il settore giovanile per una decisione che sarà in vigore fino al 9 gennaio.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti