Basket
Commenta

Crema perde 59-65 con Monfalcole,
è la settima sconfitta consecutiva

La Pallacanestro Crema lotta contro Monfalcone e cede 59-65,  la serie negativa si allarga a 7 sconfitte consecutive. Contro la Pontoni si è vista molta volontà, ma alcune pecche sono state evidenti, come nella percentuale di tiro intorno al 30% complessivo. La gara ha visto due squadre nervose e con l’obbiettivo di portare a casa i due punti a scapito di un gioco pulito e ragionato.

I rosanero hanno pagato l’efficacia al tiro con solo 3 canestri su 15 tentati al termine dei primi 10 minuti di gioco. L’incontro è tutto fuorché spettacolare, si è giocato a sprazzi con tanti individualismi e isolamenti e giocate collettive molto rare.
Crema inizia bene la seconda frazione, trovando la seconda tripla consecutiva di Montanari e poco dopo completa la propria rimonta piazzando un parziale di 11 a 2 che riporta il punteggio in parità a quota 20. Alcune ingenuità sotto canestro non consentono ai rosanero di passare in vantaggio e Monfalcone allunga ancora, all’intervallo è 35-33 per i friulani.

Crema rientra male in campo nel secondo tempo e trova solo due punti nei primi 3 minuti di gioco. Monfalcone ne approfitta per allungare ulteriormente, grazie soprattutto a Coronica che tra grandi giocate difensive e canestri in contropiede tiene in quota i suoi. Sono i recuperi difensivi di del Sorbo e la fisicità sotto canestro di Konteh e Seck a consentire a Crema di mantenersi vicino a Monfalcone, fino al 50 a 46 del 30′.

Monfalcone si mantiene avanti praticamente per tutta la partita, ma Crema resta sempre attaccata, fino a trovare il vantaggio sul 56 a 55. le squadre, in un continuo botta e risposta, ottengono la parità prima a quota 56 e poi a 59, ma a quel punto Crema fallisce due attacchi e subisce una grande penetrazione chiusa con una schiacciata da Naoni. La palla persa nell’azione successiva chiude il discorso a favore degli ospiti e la tripla allo scadere di Prandin fissa il risultato sul 65 a 59 per Monfalcone.

Poco soddisfatto coach Ghizzinardi al termine dell’incontro, dopo aver visto ancora per 40 minuti le pecche già evidenziate negli incontri precedenti:” Al di là delle percentuali di tiro, a volte per un rimbalzo a volte per palle perse, oggi abbiamo sprecato 17 possessi.” -Continua Ghizzinardi- “Così diventa difficile, poi arriviamo ancora pari nell’ultimo minuto e giochiamo un brutto attacco, nel quale avremmo dovuto muovere di più la palla e invece siamo andati a prenderci un tiro forzato. Dall’altra parte abbiamo preso una schiacciata in faccia e poi è arrivata la palla persa, così è difficile vincere queste partite.

Se ci asfaltassero potrei anche capire, ma tolta quella di Mestre stiamo commentando sei sconfitte filate in volata e dobbiamo porci delle domande. Ci sarebbero anche aspetti positivi, si è difeso un po’ di più ed abbiamo avuto dimensione interna. Abbiamo passato la palla più spesso in post basso e riaprendo il gioco abbiamo costruito buoni tiri. Purtroppo oggi non facevamo canestro, mi vengono in mente tante situazioni di contropiede in soprannumero non finalizzate. Arriviamo all’ultimo minuto pari o in vantaggio e perdiamo, dobbiamo porci delle domande.”

© Riproduzione riservata
Commenti