Cremonese
Commenta

Nella ripresa contro la Reggina si è
vista la miglior versione della Cremo

I grigiorossi non hanno mai creato così tanto in stagione come a Reggio Calabria, dove la chiave del match è stata una maggiore intensità nel pressing nel secondo tempo

Dopo cinque partite senza vittorie, sul campo della Reggina la Cremonese è tornata alla vittoria. Il 2-1 in rimonta del Granillo è arrivato al termine di una prova in cui la formazione di Fabio Pecchia ha saputo cambiare registro dopo l’intervallo.

Se fino a questo momento i grigiorossi avevano avuto la necessità di controllare la partita – sia attraverso il possesso che il pressing – per sentirsi sicuri all’interno di un contesto codificato e determinato da loro stessi, contro la Reggina la Cremonese è emersa nel momento in cui ha ceduto il possesso palla agli amaranto, pur senza abbandonarsi totalmente al fraseggio avversario: dal 62,33% del primo tempo è infatti passata al 45,33% della ripresa.

grafica Wyscout S.p.A.

Contestualmente è però aumentata complessivamente l’intensità del pressing grigiorosso, con l’indice PPDA** dimezzatosi nei secondi 45’ (da 16.9 a 8.4). Interessante anche notare come la rete calabrese sia arrivata subito dopo che i grigiorossi avevano avuto il momento di minore intensità nel pressing, quando cioè l’indice PPDA** era crollato addirittura a 34.

grafica Wyscout S.p.A.

Proprio il pressing, dunque, è stata la chiave per ribaltare la situazione e giocare un secondo tempo di dominio assoluto, certificato dalla superiorità in chiave offensiva offerta nella ripresa dalla squadra di Pecchia. Dei 16 tiri effettuati, 10 sono avvenuti nel secondo tempo, così come gli expected Goal (xG)* generati, passati dagli 0,34 della prima frazione ai 2,74 della ripresa (totale 3,08).

Si tratta dei migliori numeri stagionali a livello di produzione offensiva. A livello di conclusioni, solo in un’altra occasione la Cremonese aveva effettuato 16 conclusioni, ma mai 8 volte nello specchio. Ancora più impressionante il dato degli xG*: solo la prestazione della ripresa sarebbe risultata la migliore stagionale. La squadra di Pecchia, dunque, è riuscita ad esprimere la migliore versione di sé nella ripresa del Granillo, tanto che anche difensivamente hanno lasciato solo tre tiri (su 12 totali) per appena 0,34 xG* concessi (su 1.1 totali).

Mauro Taino

*Expected Goal (xG): una misura della probabilità che ha un determinato tiro di essere trasformato in gol.

**PPDA: passaggi concessi per azione difensiva che includono le azioni all’interno degli ultimi 60 metri di campo della squadra che attacca. Più è basso, più l’intensità del pressing è elevata.

Dati Wyscout S.p.A. (wyscout.com)

© Riproduzione riservata
Commenti