Pergolettese
Commenta

Pergolettese straripante: il 4-0 alla
Pro Vercelli è un gran bel segnale

Un successo esagerato nel 15esimo turno di campionato, che conferma la crisi nera della Pro Vercelli, con mister Scienza ora a forte rischio, ma soprattutto rilancia la Pergolettese, che mai aveva segnato 4 gol in questo torneo.

Un successo esagerato nel 15esimo turno di campionato, che conferma la crisi nera della Pro Vercelli, con mister Scienza ora a forte rischio, ma soprattutto rilancia la Pergolettese, che mai aveva segnato 4 gol in questo torneo e che, per la terza volta semiconsecutiva (in mezzo solo il ko con la Triestina) supera al “Voltini” una squadra sulla carta più forte e costruita per i playoff.

E’ un 4-0 favorito anche da una doppia espulsione nei piemontesi, sul risultato di 1-0, ma è comunque una boccata d’ossigeno meravigliosa per i ragazzi di Lucchini. Che partono subito forte: cross di Villa da sinistra dopo 40 secondi, Zennaro raccoglie palla sul secondo palo e scarica per Varas, che alza la mira.

La risposta della Pro Vercelli è sempre su un cross da sinistra: Bunino di testa si inchina ma non centra la porta al 18’. Al 32’ è clamorosa la palla gol della Pergolettese: centro di Zennaro, in pieno clima partita, Scardina si alza bene ma da metri zero centra la traversa. Passa un minuto e Iezzi stende Villa a metà campo, venendo ammonito. Episodio che sarà molto importante nell’economia del match. Brivido a fine tempo: la palla messa in area finisce a Emanuello, che spara a rete. L’arbitro però ha fischiato un fallo precedente sulla torre di Bunino.

Dubbi leciti ma per i piemontesi la brutta sorpresa arriva a inizio ripresa: cross da destra, Vitalucci colpisce di testa e Iezzi tocca di mano. L’arbitro aspetta almeno cinque secondi prima di fischiare rigore, ammonire Iezzi, che viene così espulso: calcia Varas e la Pergolettese è sopra di un gol e di un uomo.

La gara cambia fisionomia e diventa qualcosa di diverso al 57’: il portiere ospite Tintore, dopo clamoroso buco della sua difesa, stende Morello lanciato a rete e la Pro Vercelli ora è in nove. La punizione con combinazione Villa-Morello non va a buon fine (palla sull’esterno della rete), ma ormai la contesa è segnata. Scardina di testa centra la seconda traversa di giornata al 70’, pochi secondi dopo in area piove un nuovo cross e stavolta Vitalucci fa centro: 2-0 su assist di Villa.

In contropiede si aprono voragini: Morello va fino in fondo al 78’ e serve a Vitalucci un pallone con la scritta “spingimi”. La Pro Vercelli sparita dal campo, ci prova da fuori con Awua (Galeotti para), poi è un altro tiro da lontano, di Girelli ad azionare il tap in di Villa per il 4-0 finale. Che fa respirare la Pergolettese, ora più lontana dalla zona rossa.

Giovanni Gardani

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti