Basket
Commenta

Pallacanestro Crema sconfitta
in casa dal Fiorenzuola: 75-79

foto Scaccabarossi

Pallacanestro Crema – Pallacanestro Fiorenzuola 75-79

Un volitivo ultimo quarto non basta alla Pallacanestro Crema per ribaltare l’esito del match contro la forte Fiorenzuola ed evitare la quinta sconfitta consecutiva. Un brutto secondo quarto da 10 a 20 ha pesantemente influito sull’esito della contesa, costringendo Esposito e compagni ad una rimonta pagata con la scarsa lucidità nell’ultimo giro di lancette.
Ad inizio gara funziona bene il tiro da tre di Crema, con Venturoli a far la parte del leone con tre triple consecutive messe a segno, che consentono a Crema di portare a 6 i punti di vantaggio.
Fiorenzuola reagisce con 5 punti consecutivi e la partita si mantiene sui binari dell’equilibrio. L’ultimo centro però è di Crema, con Venturoli che conckude un contropiede ben orchestrato da capitan Del Sorbo e deposita il pallone nella retina proprio all’ultimo secondo, chiudendo il primo quarto sul 25 a 24.
Nel secondo quarto le polveri dell’attacco cremasco si bagnano. Il tiro da tre perde di precisione, tanto che Crema mette a segno solamente 10 punti. I rosanero faticano a liberare i tiratori, gli emiliani difendono forte e trovano ottimi contropiede. Due triple di Livelli danno il la’ al break dei gialloblu.
All’intervallo il punteggio vede gli ospiti avanti per 44 a 35.
Nel secondo tempo Fiorenzuola sembra poter prendere il sopravvento. Più volte l’immarcabile Filippini porta i suoi al vantaggio in doppia cifra, con Crema che punge poco in attacco ma trova grandi giocate difensive dal solito Del Sorbo, che ruba più volte palla e sporca ogni linea di passaggio avversaria.
Nell’ultima frazione si riparte dal 61 a 52, ma è tutta un’altra Crema. Dopo la tripla iniziale di Livelli Crema costruisce buoni tiri. Due triple consecutive di Luca Montanari dimezzano il distacco (62/67).
Sei punti consecutivi di Ziviani portano avanti la truppa di Ghizzinardi ed il match si fa bellissimo. Le due squadre lottano punto a punto, ma a 3′ dal termine Crema è sul 73 a 69. Filippini e Rubbini impattano il risultato e quando si profila il supplementare Fiorenzuola fa proprio il match.
Un canestro di Cernivani a 1’20” dal termine è l’ultimo sussulto di Crema. Fiorenzuola trova cinque punti consecutivi e sul 78 a 75 l’ultimo tentativo da tre di Cernivani si spegne sul ferro.
L’ultimo libero di Filippini è utile solo alla statistica e fissa il risultato sul 79 a 75 per gli emiliani.

A fine gara, coach Ghizzinardi è consapevole dell’occasione persa:”E’ un periodo nel quale gli episodi ci dicono male. Abbiamo pagato i ultimi minuti del primo tempo nel quale abbiamo subito un brutto parziale (11/0), condito da canestri facili concessi e da attacchi senza molta convinzione. Per noi realizzare 80 punti è difficile, bisogna giocare sempre a ritmo elevato e fare spesso canestro. Abbiamo momenti durate la gara nei quali facciamo fatica a segnare, oggi abbiamo anche preso buoni tiri, sul +1 avrebbero potuto dare la scossa.
Invece ogni volta che siamo vicini a ribaltare l’inerzia della gara, come per esempio sul +4 a pochi minuti dal termine, subiamo canestri facili. Sono i limiti della nostra squadra, abbiamo poca solidità mentale e poca solidità difensiva.
Per uscire dal brutto momento ognuno di noi dovrà dare qualcosa in più.”

© Riproduzione riservata
Commenti