Calcio
Commenta

Calcio dilettanti, screening iniziale
facoltativo per chi ha il Green Pass

Ma solo per Regionali e Provinciali. Rimane il nodo test per chi non ha la Certificazione verde

Il comitato regionale lombardo della Figc ha diffuso un documento per provare a chiarire alcuni aspetti del protocollo federale per la ripresa delle attività calcistiche per la prossima stagione. La novità principale riguarda l’attività di screening iniziale che, è stato spiegato, “per le attività dilettantistiche e giovanili agonistiche di livello regionale e provinciale si intende facoltativa per i soggetti in possesso di Certificazione verde Covid-19”. Rimane, invece, obbligatoria per le attività di livello nazionale o di “interesse nazionale”.

Dalla Figc chiariscono anche che, per quanti non sono in possesso del Green Pass, sarà necessario effettuare un test (molecolare o antigienico) entro le 48 ore precedenti l’utlizzo (anche parziale) di spazi al chiuso “per i quali le attuali previsioni normative contemplano il possesso della Certificazione verde Covid-19”, come ad esempio palestre e aree fitness. Test che rimane obbligatorio – per i soggetti “suscettibili”, cioè non vaccinati e non guariti, ma anche quanti non hanno ancora completato il ciclo vaccinale – entro il Match Day-2 per partecipare alle gare ufficiali.

© Riproduzione riservata
Commenti