Altri Sport
Commenta

Casalmaggiore olimpica, è qui la festa:
tutto pronto per Fausto Desalu

Inizialmente sfileranno tutte le società sportive, ripercorrendo le grandi feste che il comune casalese tributò a Gianluca Farina nel 1988 e a Simone Raineri nel 2000, entrambi campioni olimpici nel quattro di coppia nel canottaggio e festeggiati proprio in piazza Garibaldi.

E’ tutto pronto a Casalmaggiore, in piazza Garibaldi, per la grande festa a Fausto Desalu. Il velocista classe 1994 che ha conquistato la medaglia d’oro a Tokyo nella staffetta azzurra 4×100 assieme a Lorenzo Patta, Marcell Jacobs e Filippo Tortu, sarà celebrato alle ore 21 di mercoledì 18 agosto. Il palco è già stato allestito sotto al municipio di Casalmaggiore e la serata sarà condotta da Giovanni Gardani e trasmessa da Cremona 1 Tv (canale 80 del digitale terrestre) in diretta.

Inizialmente sfileranno tutte le società sportive, ripercorrendo le grandi feste che il comune casalese tributò a Gianluca Farina nel 1988 e a Simone Raineri nel 2000, entrambi campioni olimpici nel quattro di coppia nel canottaggio e festeggiati proprio in piazza Garibaldi.

La sfilata, aperta dal Gruppo Storico Il Torrione, vedrà in testa la Canottieri Eridanea, che ha aperto la scia d’oro per Casalmaggiore, e dopo il passaggio di tutte le società sportive con gonfalone al seguito, sarà chiusa dall’Atletica Interflumina, società che ha lanciato Desalu nell’Olimpo, e dal tedoforo casalasco di PyeongChang, con tanto di fiaccola al seguito, Gianpaolo Fattori.

Dopo il saluto del sindaco Filippo Bongiovanni e del consigliere con delega allo Sport Igor Piazza, toccherà a Desalu raccontare le proprie emozioni e naturalmente la propria storia che, da Breda Cisoni a Casalmaggiore, lo ha portato fino al traguardo di Tokyo.

Per questo la serata sarà divisa in varie parti: una più istituzionale, con i saluti di Coni e Fidal (è previsto l’intervento da Roma della vicepresidente vicario del Coni Silvia Salis), e una più personale e legata alla crescita di Fausto, con testimonianze di chi lo ha aiutato a crescere nella frazione di Sabbioneta e di chi lo ha poi iniziato alla pratica sportiva, e all’atletica in particolare.

Momento particolarmente emotivo sarà quello di “Casalmaggiore Olimpica”, con l’intervento delle medaglie d’oro già citate Farina e Raineri e del bronzo di Los Angeles 1984 (il primo conquistato nella storia della nostra pallavolo) Paolo Vecchi.

In chiusura il testimone – come sempre accade nella staffetta – non avrà a vuoto e verrà consegnato idealmente alle Paralimpiadi, che il prossimo 24 agosto inizieranno proprio a Tokyo. Ma in una serata così importante per lo sport di Casalmaggiore, col service audio garantito dalla Zero DB Productions, non mancheranno le sorprese.

 

© Riproduzione riservata
Commenti