Cremonese
Commenta

Europei, nel 1968 il titolo azzurro
con Guarneri protagonista

53 anni fa l’Italia conquistava il suo primo – e finora unico – Campionato Europeo. Alla vigilia di Euro 2020, che vedrà tra i protagonisti il piadenese Alessandro Bastoni, la Cremonese ha voluto ricordare l’anniversario sottolineando come in campo ci fosse, colonna azzurra e futuro capitano grigiorosso, anche il cremonese Aristide Guarneri.

Dopo non essere stato schierato titolare nella semifinale contro l’Unione Sovietica, Guarneri fu titolare in entrambe le finali contro la Jugoslavia. L’8 giugno, infatti, l’1-1 tra l’Italia e la Nazionale balcanica impose la ripetizione della partita. Due giorni dopo, il 10 giugno 1968, gli Azzurri piegarono 2-0 gli avversari (in gol Riva e Anastasi) salendo così sul tetto d’Europa.

La finale contro la Jugoslavia fu anche l’ultima delle 21 apparizioni in Nazionale di Guarneri che in Azzurro riuscì anche a segnare un gol. La rete ha assunto un ulteriore valore per il fatto che ad essere trafitto, in un’amichevole a Milano nel 1966, fu il leggendario portiere sovietico Lev Jašin, unico estremo difensore ad aver vinto un Pallone d’Oro.

Dopo l’Europeo, il cremonese indossò per una stagione la maglia del Napoli prima di tornare all’Inter – con cui in precedenza aveva vinto tutto negli anni ’60 – per un solo campionato e di terminare in girigiorosso la propria carriera.

© Riproduzione riservata
Commenti