Altri Sport
Commenta

Circuito del Porto, vince
Syritsa, della Nazionale Russa

Fotoservizio Francesco Sessa

Parla russo il 54esimo Circuito del Porto Trofeo Internazionale Arvedi,  vince in volata  il russo Gleb Syritsa, il 21enne di San Pietroburgo brucia sul traguardo il colombiano Nicolas Gomez, della Colpack Ballan e Giovanni Lonardi, della Bardiani Csf Faizanè.

La gara è stata caratterizzata da un ritmo sostenuto fin dall’avvio. I 154 partenti si sono mantenuti per lo più compatti per quasi tutta la corsa, e a poco è valso il tentativo di fuga di quattro corridori: l’italiano Riccardo Verza, l’austriaco Daniel Auer, il canadese Robin Plamondon e il messicano Edgar Cadena Martinez che hanno viaggiato anche con 40” di vantaggio, o il tentativo solitario di Daniel Auer a due giri dalla fine. Il gruppo ha assorbito i fuggitivi presentandosi compatto all’ultimo giro in cui ha prevalso la potenza fisica dell’atleta russo.

Un plauso da parte di tutti alla macchina organizzativa che dopo un anno di stop forzato causa Covid, ha saputo ritrovare l’energia per riportare il Circuito del Porto al livello delle passate edizione. E’ piaciuta anche la nuova location nel piazzale antistante le piscine dove le squadre hanno potuto prepararsi in serenità e lontano della folla. Bene anche il pubblico, ordinato, attento alle regole di distanziamento e all’uso della mascherina, in una domenica dal clima piacevole nella quale la gara ha regalato quasi ritorno alla normalità.

“La garanzia degli standard di sicurezza sanitaria, la nuova location individuata a questo scopo, le disposizioni impartite e da tenere monitorate hanno messo alla prova la nostra esperienza e la nostra versatilità – ha detto a caldo Rossano Grazioli, presidente del Club Ciclistico Cremonese – ma non possiamo che esser soddisfatti per aver portato a termine una corsa davvero bella ed appassionante come sempre. L’auspicio di tornare ad offrire agli sportivi ed alla nostra città questo evento internazionale credo sia stato centrato in pieno. Un ringraziamento importante lo rivolgo all’Amministrazione Comunale, alla Polizia Locale, alle associazioni ed ai volontari che in vario modo ci hanno dedicato una giornata intensa. Senza tutti loro non sarebbe stato possibile riproporre la corsa”. Il direttore di organizzazione e presidente provinciale della Federciclismo Antonio Pegoiani traccia un bilancio più tecnico della corsa, vissuta tutta all’interno. “Con standard così elevati in fatto di partecipazione, forse mai raggiunti in passato, era lecito attendersi una corsa di spessore e così è stato. Non parlo solo di velocità ma soprattutto del modo di interpretare centottanta chilometri. Oggi a Cremona abbiamo assistito ad una corsa per professionisti vera e propria e questo ci rende orgogliosi e soddisfatti. Da parte mia un ringraziamento corale a tutti coloro che in corsa hanno sfoderato la consueta professionalità, indispensabile per gestire eventi di questa levatura”. Sul traguardo di Viale Po anche il primo cittadino di Cremona Gianluca Galimberti: “Sempre un’emozione unica assistere all’epilogo del Circuito del Porto. Un grazie grande al solido Club Ciclistico Cremonese ed a tutti coloro che rendono possibile spettacoli sportivi coì belli ed intensi”. 

Ordine d’arrivo:
1.Syrista Gleb (Nazionale Russia) km 179,900 in 3h51’39” media 46,956
2.Gomez Aramillo Nicolas (Team Colpack Ballan) s.t.
3.Lonardi Giovanni (Bardiani Csf Faizanè)
4.Smirnov Ivan (Nazionale Russia)
5.Coati Luca (Team Qhubeka)
6.Daniels Simon (XSpeed United Continental)
7.Boscaro Davide (Team Colpack Ballan)
8. Zambelli Samuele (Iseo Rime Carnovali)
9.Bobbo Riccardo (Work Service Marchiol Dynatech)
10.Persico Davide (Team Colpack Ballan)

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti