Pergolettese
Commenta

Pergolettese, l'ultima fatica a
Pontedera (senza nulla da chiedere)

Una formazione solida, incapace di sbandare, ma comunque perforabile, come testimoniano i 39 gol incassati, più di uno a giornata, e il 2-0 subito all’andata al “Voltini”. Resta da capire, naturalmente, con che spirito la Pergolettese affronterà l’ultima trasferta dell’anno, senza nulla da chiedere al campionato.

Un'immagine della partita di andata

E’ l’ultimo impegno agonistico della stagione 2020-2021 (38esima giornata del girone A di serie C, tutta in contemporanea a partire dalle ore 17.30 di domenica 2 maggio), che la Pergolettese affronta senza patemi, dopo avere conquistato la salvezza. Qualcosa da dire ha invece il Pontedera, perché la squadra toscana, col pareggio contro la Pro Vercelli ha praticamente strappato il biglietto dei playoff ma può provare a conquistare ora una posizione di comodo, ovvero il settimo posto.

Il Pontedera, in primis, proverà a non farsi superare da Grosseto e Juventus Under 23 e può poi mettere nel mirino l’Albinoleffe, che lo sopravanza di due punti. Detenendo il secondo posto nella speciale classifica dei team che hanno pareggiato di più (13 volte su 37), il team di Ivan Maraia ha costruito la propria stagione sulla costanza del piazzamento, dato che non è mai scivolato fuori dalla zona playoff e dunque mai è stato a rischio.

Gli ultimi quattro pareggi hanno distanziato l’ultimo successo dei toscani, che infatti non conquistano i 3 punti dalla 31esima giornata, quando vinsero 3-0 a Busto Arsizio. Una squadra guidata da bomber Magrassi (12 reti sulle 42 di squadra e con un solo rigore), che per il resto manda in gol diversi atleti, ben 16 da inizio campionato.

Una formazione solida, incapace di sbandare, ma comunque perforabile, come testimoniano i 39 gol incassati, più di uno a giornata, e il 2-0 subito all’andata al “Voltini”. Resta da capire, naturalmente, con che spirito la Pergolettese affronterà l’ultima trasferta dell’anno, senza nulla da chiedere al campionato.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti