Vanoli
Commenta

La Vanoli combatte, ma
Brescia vince il derby
al fotofinish 89-94

Fotoservizio Sessa

Vanoli Cremona: Jaylen Barford 6, Mauro Zacchigna N.E, TJ Williams 28, Lazar Trunic N.E, Filippo GalloN.E, Jarvis Williams 20, Giuseppe Poeta 8, Fabio Mian, Marcus Lee 11, David Cournooh, 8 Daulton Hommes 8, Andrea Donda N.E

Germani Brescia: Alessandro Bertini N.E, Luca Vitali N.E, Salvatore Parillo 6, Kenny Chery 7, Giordano Bortolani 23, Jeremiah WilsonN.E, Darryl Willis 5, Drew Crawford 14, Christian Burns 17, Tyler Kalinoski, David Moss 10, Brian Sacchetti 12.

Cremona affronta Brescia in una di quelle serate storte in cui non riesce ad azzannare gli avversari. Mancano i punti di Mian e Hommes e la lucidità nei momenti cruciali tipica di Barford. La Germani vince con cuore e grinta il match 89-94, finiscono quasi certamente i sogni play off per Cremona.

La Vanoli Cremona apre i primi 3′ con una buona prestazione offensiva, ma Brescia risponde con Moss per il 10-6. Brescia aggancia il 12-12 grazie a tre falli in attacco consecutivi dei cremonesi.
Brescia perde Kalinoski, che dopo una brutta caduta sbatte la testa ed esce dal campo.
La Leonessa si dimostra più cinica e concreta in attacco e in difesa sporca ogni pallone. Cremona dal canto suo non trova i tiri dalla lunga e ripiega sui pick and roll di Poeta e Lee e all’estro di TJ Williams. Al termine del primo quarto è la Germani ad essere avanti 25-26.

La Vanoli apre i primi 5′ con un 7-0 di parziale che spezza la Germani. Se da un lato Cremona continua a colpire dentro il pitturato (3/8 dal perimetro), Brescia con un super Bortolani da 11 punti e 3/4 da tre macina terreno.
I padroni di casa riescono a rimanere avanti grazie ai due Williams, autori di 12 punti a testa. Sotto l’aspetto tattico la Vanoli crea, ma pasticcia qualche volta di troppo in fase di conclusione: 14/21 da due e 4/11 da tre, ma Cremona rimane avanti all’intervallo 47-43.

Nel terzo periodo è Brescia a venir fuori e grazie ai 10 punti in 5′ aggancia a 53 i padroni di casa. Mian e Barford non si riescono ad accendere e l’attacco cremonese è sostenuto solo da TJ Williams che segna sia da tre che in penetrazione.
Nei 10′ più equilibrati dell’incontro le due formazioni risultano nervose, ma è ancora una volta Cremona a condurre 71-69. I bresciani non mollano la presa e la Vanoli rimane aggrappata ai due Williams: TJ ne mette 21 e Jarvis 18, il resto del roster non arriva alla doppia cifra di punti.

Ultimo giro di orologio e Brescia si porta avanti grazie a Parrillo e Moss, Cremona subisce e colleziona ferri. A Cremona continuano a mancare le fiammate di Hommes e Barford in un attacco affannoso e sempre nel pitturato.
Le squadre non segnano per tre minuti poi Lee sblocca lo stallo con il tap in del 80-80. Sempre il lungo di Cremona commette il quinto fallo con un antisportivo e la Germani segna l’80-84.
Serve ancora TJ Williams a tenere a galla i padroni di casa: 4 punti in un amen valgono il -1 con 21.5 secondi sul cronometro.Nei 20 secondi Brescia si mantiene avanti 89-90 dopo il 2/3 in lunetta di Cournooh. Burns va in lunetta e fa 0/2, ma il rimbalzo è bresciano: antisportivo a Barford e Bortolani fa 2/2 in lunetta a cui aggiunge una schiacciata finale che chiude il match 89-94.

Lorenzo Scaratti 

 

© Riproduzione riservata
Commenti