Basket
Commenta

Basket, atteso l'intervento
della Lega dopo
il focolaio di Brindisi

La serie A di basket come la serie B di calcio, un finale di stagione rinviato per fare in modo possa svolgersi in maniera equa per tutte le squadre coinvolte. E’ una delle ipotesi sul tavolo dell’Assemblea straordinaria di Lega, convocata proprio per discutere il finale di regular season e l’avvio dei play off, alla luce del focolaio nell’Happy Casa Brindisi, l’ ultima avversaria tra l’altro della Vanoli Cremona. L’Ats di Brindisi, alla luce di nuove positività emerse nel gruppo squadra, ha disposto la quarantena fino al 30 di aprile, consentendo ai negativi i soli allenamenti individuali.

Dunque Brindisi non potrà raggiungere Trento per la partita in calendario domenica e questo fa decadere il principio di contemporaneità di tutte le gare della ultime due giornate. L’Assemblea ccercherà dunque di porre rimedio alla situazione. Sono tre di fatto le strade percorribili, la prima e la meno probabile è la decisione di interrompere il campionato andando a stilare una classifica definitiva alla 28esima giornata prendendo come riferimento la percentuale delle vittorie e non quindi i punti in classifica. Questa soluzione era già stata proposta ma non aveva trovato consensi unanimi, con il no, tra gli altri, dalla nostra Vanoli Cremona, e dunque è difficile che possa essere ripresa in considerazione anche perché andrebbe a modificare il format definito a inizio stagione.

La proposta più probabile resta quella di seguire l’esempio della serie B di calcio, facendo slittare le due giornate in modo da far arrivare tutte le squadre con i recuperi già giocati, oppure giocare nel week end e far slittare solo la giornata conclusiva. In questi ultimi due casi non è escluso che possa essere rivisto il format dei play off con il primo turno al meglio delle 3 partite invece delle 5. Ora parola ai club che ancora una volta si trovano a fare i conti con la pandemia da Covid-19.

Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti