Basket
Commenta

Il Corona Platina si
arrende a Ragusa
64-67 tra le mura amiche

Il Corona Platina cede 64-67 nel match giocato tra le mura amiche contro la Virtus Kleb Ragusa nella gara valevole per la quinta giornata della seconda fase del girone B del campionato di serie B. Partita giocata sempre a ritmi sostenuti dove a prevalere è stata la lucidità dei siciliani che con freddezza e determinazione hanno gestito il finale a proprio favore.

La partenza è stata subito molto esplosiva. Chessari da fuori area piazza subito una tripla che lancia un segnale chiaro agli avversari a cui risponde prontamente Strautmanis dal pitturato. Salafia e Stefanini con ottime intuizioni provano a portare i propri avanti ma i lombardi non ci stanno e con Malagoli e Chinellato riescono a superare sul tabellone gli ospiti amministrando questo vantaggio per tutto il primo tempo.

Nel secondo quarto De Bettin si rende protagonista di azioni ben costruite sotto le plance che danno slancio alla compagine casalinga. Ma i ragusani non stanno a guardare e con Ianelli e Mastroianni si riesce a recuperare lo strappo inflitto e a superare i padroni di casa. Motta e Giovara si mettono all’inseguimento degli ospiti avvicinandosi pericolosamente senza superarli.

Al ritorno dal riposo lungo i ragazzi di coach Perrucchetti si mostrano più decisi a voler dare una svolta alla partita. Strautmanis forza la mano e in più riprese riesce a trovare un varco nella difesa iblea. Dall’altro lato però i virtussini non mollano la presa e riescono a contenere gli assalti dei locali. Ianelli coadiuvato da Iurato finalizza sia da fuori area che dal pitturato e questo permette ai siciliani di tenersi avanti sul tabellone.

L’ultimo quarto si gioca al cardiopalma con azioni che porteranno entrambe le compagini di gioco a superarsi l’un l’altra in azioni veloci e precise. Motta spinge i suoi alla riscossa insidiando e violando il canestro ospite a più riprese. I ragusani accusano il colpo ma riescono a rimanere incollati alla partita. Sorrentino e Mastroianni saranno protagonisti di azioni che portano la propria squadra ad avanzare sul tabellone. Iurato e Chessari orchestrano la regia iblea per permettere ai compagni di trovare soluzioni sotto canestro interessanti. Giovara prende sulle spalle la sua squadra e con azioni velocissime permette ai suoi di stare attaccati agli iblei. Ma i siciliani non perdono la calma e con estrema lucidità riescono ad amministrare il finale della partita chiudendo il match a +3 dai padroni di casa.

© Riproduzione riservata
Commenti