Basket
Commenta

Vanoli a casa della capolista
Happy Casa Brindisi per
tentare l'impresa

Il PalaPentassuglia, casa della HappyCasa Brindisi accoglierà domani, domenica 18 aprile, alle 20.45 la Vanoli Cremona per la ventottesima giornata di serie A. Brindisi è attualmente la capolista della Serie A e sta attraversando un grande momento. Sulla panchina Frank Vitucci, alla sua quarta stagione brindisina. Abituato ad esaltare i grandi talenti individuali e maestro di un gioco votato all’attacco, è riconosciuto come uno dei migliori allenatori in circolazione in Italia.

In un roster lungo e variegato sono due i giocatori che avevano fatto molto male alla Vanoli nel match di andata: Nick Perkins e D’angelo Harrison. Il primo rientra nella cerchia dei lunghi in grado di segnare in più modi dal post basso grazie alla fisicità da centro e alla tecnica da ala grande. Harrison è la principale bocca da fuoco brindisina, una combo guard letale che ha egregiamente riempito il posto lasciato vacante da Banks. L’esterno made in USA viaggia a 18.7 punti di media e ora è “alleggerito” nel minutaggio grazie all’arrivo di Bostic, aggiunta di spessore per un reparto esterni già ricco. Nel reparto infatti vi sono l’ex Vanoli James Bell, Mattia Udom e la mortifera ala Derek Willis.

Un nutrito gruppo di esterni non pregiudica la qualità dei “big men” brindisini che possono vantare centimetri e tecnica. Sotto le plance infatti, oltre al già citato Perkins, vi sono il veterano Krubally, l’ex Gaspardo e il giovane Cattapan . Il pacchetto lunghi offre così rotazioni e qualità diverse in base alla richiesta della partita.

Una macchina da guerra in grado di far male vicino e lontano dal canestro con un roster completo: è questa la nuova montagna da scalare dalla Vanoli Cremona. Nel match di andata finì 96-94 per Cremona con un finale al cardiopalma, Brindisi avrà due obbiettivi: vincere per riscattare la sconfitta e mantenersi in testa della Serie A.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Commenti